amatestessa

Il benessere prima di tutto!


Lascia un commento

I dolcificanti fanno male alla salute.

sugar-1512276_1920

Il sistema economico ha un potere enorme sulle nostre vite, tanto che attraverso i prodotti che acquistiamo ogni giorno al supermercato, siamo costantemente manipolati.

Alle industrie non interessa fare del bene e di conseguenza mettono al primo posto il guadagno, offrendoci degli ”alimenti” privi di sostanza nutritiva, che noi acquistiamo senza porci alcuna domanda a riguardo. Nel frattempo l’azienda si arricchisce alle nostre spalle.

Come dissi in molti articoli, lo zucchero semolato è stato sottoposto a un processo di raffinazione tale da privarlo di ogni proprietà nutritiva e quindi è come mangiare veleno. Per tale motivo è sempre meglio acquistare lo zucchero di canna integrale, che non è stato sottoposto ad alcun cambiamento della sua composizione nutrizionale.

Tra gli ingredienti che ledono alla nostra salute, ci sono i dolcificanti ( come il fruttosio), anch’essi utilizzati dalle industrie alimentari per rendere più dolci i prodotti a poco prezzo, creando anche una sorta di dipendenza e quindi maggiore domanda da parte del popolo.

Le persone che acquistano maggiormente i prodotti così detti ”light”, ovvero privi di zucchero ma ricchi di dolcificante, sono le persone affette da sindrome metabolica, al diabete o chi semplicemente desidera perdere i kg in eccesso.

Queste persone vengono ingannate e la loro salute è messa maggiormente a rischio dai giochetti delle industrie.

Tra i dolcificanti più acquistati vi è il fruttosio, il quale come gli altri dolcificanti artificiali, causa obesità e irregolare produzione dell’insulina, alla pari dello zucchero. Inoltre, la flora intestinale viene alterata e di conseguenza la salute dell’uomo.

La differenza tra il fruttosio contenuto nella frutta, che è naturale, rispetto a quello chimico è immensa. Il fruttosio è una vera e propria presa in giro così come gli altri dolcificanti artificiali.

Sappiamo benissimo che lo zucchero crea una forte indipendenza nell’organismo, perché più ne assumiamo più ne vogliamo. Inoltre, lo zucchero possiede una grande quantità di calorie e porta ad ingrassare.

Le aziende ci fanno credere che il fruttosio, ci permette di rendere i prodotti gustosi, ma senza farci aumentare di peso, il che ovviamente dona false speranze a tutte le persone prima citate.

Qual è la realtà dei fatti?

Il fruttosio è un componente dello zucchero bianco, quindi deriva proprio da esso, ma quello che non ci dicono è che ci causa danni estremamente maggiori dello stesso saccarosio.

Il nostro organismo, quando riceve il saccarosio, lo elabora e lo sintetizza per poi assimilarlo. Quando, invece, introduciamo nel nostro organismo il fruttosio, non viene elaborato come il saccarosio e di conseguenza il nostro corpo lo assimila subito. In questo modo si produce una quantità altissima di trigliceridi (grassi). Possiamo dunque ben capire che invece di far dimagrire fa ingrassare ancor di più.

In che modo ci fa ingrassare?

Blocca la produzione della leptina, ormone che il nostro corpo produce per dare un senso di sazietà. Quindi significa che chi mangia i prodotti light ha ancora più fame di prima. Come se non bastasse, l’eccesso di fruttosio diminuisce il colesterolo buono e aumenta quello cattivo.

Per saperne di più guarda questo video:


Per maggiori informazioni e richiesta di una prima seduta di valutazione, puoi contattarmi al seguente indirizzo e-mail :

giulia._.spano@live.it


Lascia un commento

Gelato al cioccolato senza gelatiera, Vegan!

Buongiorno a tutti miei carissimi lettori,

eccomi qui a proporvi una gustosa ricettina, che si adatta perfettamente al clima di questo periodo.

Oltre a essere una ricetta super golosa, essendo priva di uova e latte vaccino, ci permette di concederci uno sfizio quotidiano senza sensi di colpa!

Inoltre, essendo un gelato made home ha diversi vantaggi:

– puoi farlo quando vuoi;
– risparmi per via degli ingredienti a basso costo;

– non necessita di gelatiera;

– è privo di coloranti artificiali e di tutte quelle sostanze dannosissime presenti nei gelati confezionati, ma anche in quelle gelaterie artigianali che spesso usano solo grassi vegetali ( tra cui olio di palma ) e zucchero semolato;

Se vuoi saperne di più sull’olio di palma e sugli ingredienti con cui le aziende ci uccidono, clicca nei seguenti link:

OLIO DI PALMA ARTICOLO: https://amatestessa.com/2014/12/14/lolio-di-palma/

OLIO DI PALMA VIDEO:

GLI INGREDIENTI CON CUI LE AZIENDE CI UCCIDONO(PARTE1) ARTICOLO: https://amatestessa.com/2015/01/17/gli-ingredienti-con-cui-le-industrie-ci-stanno-uccidendo/

GLI INGREDIENTI CON CUI LE AZIENDE CI UCCIDONO(PARTE1) VIDEO:

GLI INGREDIENTI CON CUI LE AZIENDE CI UCCIDONO(PARTE2) ARTICOLO: https://amatestessa.com/2015/01/18/gli-ingredienti-con-cui-le-industrie-ci-stanno-uccidendo-parte-2/

GLI INGREDIENTI CON CUI LE AZIENDE CI UCCIDONO(PARTE2) VIDEO:

– è un gelato adatto a tutti.

Dopo questa premessa invitante, sono sicurissima che non vedete l’ora di conoscere gli ingredienti e la preparazione, quindi andiamo subito a vederli nel dettaglio!

INGREDIENTI ( per 4 persone):

– 200g di cioccolato Fondente ( possibilmente biologico): il nostro carissimo cioccolato, in particolar modo se extra-fondente, per via della sua composizione di cacao e del suo elevato contenuto di bioflavonoidi, dilata le arterie e di favorisce la circolazione del 10% se assunto quotidianamente;

– 200 ml di latte vegetale (soia o riso, o mandorle). Se vuoi saperne di più sui latti vegetali clicca qui

ARTICOLO ( https://amatestessa.com/2015/04/14/il-latte-vegetale-una-valida-alternativa-se-scelto-con-cura/
VIDEO (

);

– 200 ml di panna vegetale;

– 150 gr di zucchero di canna. Se vuoi sapere perchè scegliere lo zucchero di canna piuttosto che quello semolato clicca qui

ARTICOLO ( https://amatestessa.com/2014/11/26/lo-zucchero-semolato/ )

VIDEO (

)

PREPARAZIONE ( 10 minuti + 4-6 ore di raffreddamento):
– spezzettate il cioccolato fondente in una ciotola,
– scioglieta il cioccolato a bagno maria,
– versatelo in un pentolino insieme al latte vegetale che preferite e fatelo scaldare,
– dopo qualche minuto aggiungete anche la panna vegetale e lo zucchero di canna,
– portate a bollore e poi spegnete e lasciate raffreddare,
– una volta che il composto ha raggiunto la temperatura ambiente, versatelo in una vaschetta e mettetelo in freezer,
– dovrete lasciarla lì a riposare per 4-6 ore. Nelle prime tre ore, ogni ora, andate a mescolare il composto per evitare che si formino cristalli di ghiaccio e addensamenti. Potete aiutarvi anche con un mixer a immersione per rendere tutto più omogeneo.
 

Ed ecco a voi un gelato super saporito da gustare senza sensi di colpa e soprattutto sanissimo e adatto a chi è vegano 🙂

I miei contatti:
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/withlove
GOOGLE+ : https://plus.google.com/u/0/+WithLove
PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/pages/Amates
INSTAGRAM: http://instagram.com/withlovegiulietta
TWITTER: https://twitter.com/GiuliaSpanoArt
BLOG WORDPRESS: http://www.amatestessa.com
PLAYLIST AMATESTESSA: https://www.youtube.com/watch?v=TlXFu
PLAYLIST TAG: https://www.youtube.com/watch?v=NdECw
PLAYLIST OUTFIT: https://www.youtube.com/playlist?list
PLAYLIST VIDEO CUCINA: https://www.youtube.com/playlist?list
PLAYLIST CHIACCHERICCI VARI: https://www.youtube.com/watch?v=yFPNC
SE NON L’AVETE ANCORA FATTO, ISCRIVETEVI AL MIO CANALE! ****************************************­­­­*************************************
WithLoveGiulietta<3

Fonti:

http://www.leitv.it/100-green-kitchen/ricette/gelato-cioccolato-vegano-ricetta-facile/

http://www.vegolosi.it/ricette/gelato-vegano/


5 commenti

Nutella: quanto ci fa male?

Uno dei prodotti più gettonati del mercato: la Nutella.

VIDEO SULLA NUTELLA: 

Chi di voi non ha un barattolo di questa crema spalmabile a casa?

Impossibile rinunciare a questo spuntino ormai tipico della tradizione italiana.

Vi siete mai soffermati a leggere l’etichetta?

Fino a poco tempo fa gli ingredienti potevano restare segreti e le industrie facevano i loro porci comodi, ma con la legge 2014 è obbligatorio indicarli tutti quanti (o quasi).

Andiamo dunque ad analizzarli:

nutella-754483_1280

Come potete notare voi stessi, questa ”prelibatezza” è costituita unicamente da zucchero semolato (cancerogeno) e da olio di palma ( un altro demolitore della nostra salute).

Se volete sapere di più su questi ingredienti principali del composto, vi fornisco i link degli articoli e dei video 🙂

LINK ARTICOLO OLIO DI PALMA: https://amatestessa.com/2014/12/14/lolio-di-palma/

LINK ARTICOLO ZUCCHERO SEMOLATO: https://amatestessa.com/2014/11/26/lo-zucchero-semolato/

La sostituta biologica, che si sta diffondendo in questi ultimi anni è la NOCCIOLATA DELLA RIGONI DI ASIAGO, che possiamo acquistare anche in versione vegana:

 

Come potete ben notare dall’etichetta, si tratta di un prodotto ricco di zuccheri e dunque poco nutriente.

Spesso anche i prodotti biologici che troviamo al supermercato, non sono sempre affidabili, poiché il vero biologico è quello che possiamo ritrovare nelle campagne e nelle piantagioni di contadini affidabili, che trattano con rispetto la materia prima.

Come sanare la voglia incontrollabile di nutella?

Producendo noi stessi la crema di nocciole, fatta unicamente di nocciole!

FAMOSO NON SIGNIFICA AFFIDABILE!

SCONFIGGIAMO QUESTE MULTINAZIONALI CHE CI SFRUTTANO PER GUADAGNO!

ACQUISTIAMO SOLO PRODOTTI SANI E GENUINI ( il più possibile) IMPARANDO A LEGGERE LE ETICHETTE.


Dottoressa

Giulia Spano


1 Commento

Mulino Bianco: è davvero una garanzia?

Buongiorno miei carissimi lettori,

oggi vi parlerò dei prodotti Mulino Bianco, i quali vengono presentati dai mass media come prodotti ”made home” e dunque golosi, genuini, appena usciti dal forno, incantandoci con pubblicità a dir poco fasulle. La realtà, come sempre, si differenzia da quello che ci viene mostrato prima dell’acquisto del prodotto.

Persino le confezioni di merendine, biscotti, crostatine e altri prodotti da colazione, della nota casa alimentare Barilla, si presentano con un’immagine a dir poco ammaliante, in grado di suscitarci la sensazione che il nostro futuro acquisto, sia veramente salutare e dunque affidabile.

Voglio farvi dei piccoli esempi, prendendo dei prodotti a caso ( tanto gli ingredienti dannosi sono uguali in tutti), per farvi meglio comprendere di cosa sto parlando:

MACINE MULINO BIANCO:

”Farina di frumento, zucchero, grasso vegetale di palma, amido di frumento, uova fresche,burro, panna fresca pastorizzata 2%, sciroppo di glucosio, sale, agenti lievitanti (carbonato acido di sodio, tartrato monopotassico), aroma.

Gli ingredienti evidenziati possono provocare allergie o intolleranze.

Può contenere tracce di: arachidi, frutta a guscio e soia. ”

Questo prodotto contiene tra i primi tre ingredienti ( i quali prevalgono di gran lunga nella composizione di questi biscotti), la dannosissima farina 00 ( Se volete saperne di più guardate il mio video e leggete il mio articolo)

 ARTICOLO FARINA00: https://amatestessa.com/2015/01/19/farina-00-nuoce-gravemente-alla-nostra-salute/ 

VIDEO FARINA00: 

 ;

 

Lo zucchero semolato, di cui vi invito sempre ad andare a leggere il mio articolo e a vedere il video in cui ne parlo

ARTICOLO ZUCCHERO SEMOLATO: https://amatestessa.com/2014/11/26/lo-zucchero-semolato/

 

L’olio di palma: stessa cosa se vi interessa ne ho trattato in precedenza

ARTICOLO OLIO DI PALMA https://amatestessa.com/2014/12/14/lolio-di-palma/

 

 

Inoltre è un prodotto ricco di aromi e conservanti. Non va assolutamente bene. Ricordatevi che i prodotti affidabili sono quelli che contengono poche ingredienti, soprattutto se di uso comune. 

Anche nelle brioche Mulino Bianco troviamo elementi nocivi a dir poco inimmaginabili. Tra le varie tipologie offerte, quelle che mi hanno scandalizzata maggiormente sono i CORNETTI INTEGRALI, di seguito gli ingredienti:

Farina integrale di grano tenero 23,9%

(farina di grano tenero tipo “0”, crusca

di grano tenero), margarina vegetale

(grasso di palma, acqua, olio di semi

di girasole), farina di grano tenero tipo “0”,

uova fresche, zucchero, zucchero di canna

3,3%, lievito naturale, burro, aromi,

emulsionanti: mono- e digliceridi

degli acidi grassi, miele, tuorlo d’uovo,

sale, estratto di malto d’orzo.

 Potete benissimo notare che la margarina, l’olio di palma e altri cattivi ingredienti, dominano la scena, nonostante i produttori cerchino di ingannarci, includendo lo zucchero di canna e la farina tipo 0. Una brutta illusione, una vergognosa presa in giro.

TROVATE approfondimenti sugli ingredienti nocivi, nei precedenti articoli di cui vi fornisco subito i link:

ARTICOLO INDUSTRIE PARTE1: https://amatestessa.com/2015/01/17/gli-ingredienti-con-cui-le-industrie-ci-stanno-uccidendo/

VIDEO PARTE1: 

ARTICOLO PARTE 2: https://amatestessa.com/2015/01/18/gli-ingredienti-con-cui-le-industrie-ci-stanno-uccidendo-parte-2/

VIDEO PARTE 2: 

Le industrie per risparmiare, offrono a noi poveri cittadini, dei prodotti ricchi di prodotti nocivi, la cui funzione è quella di far durare il prodotto nel tempo, favorendo la produzione standardizzata, ma in questo modo la nostra salute viene costantemente demolita.

Se continuiamo a ignorare tutto questo e considerando che ”siamo ciò che mangiamo”, di questo passo il nostro tenore di vita diverrà sempre più precario.

Riflettete attentamente durante la vostra spesa, non pagate per farvi uccidere.

VIDEO SULLA MULINO BIANCO:

 

Dott.ssa   G. Spano

 


7 commenti

Ketchup: la salsa killer!

tomatoes-1448262_1280

La maggior parte delle persone, quando pensa al ketchup, la vede come una valida e sana alternatva rispetto alla mayonese, che risulta essere composta da molte più calorie rispetto alla salsa rossa.

In realtà, quello che bisogna conoscere di un prodotto, non sono le calorie, bensì i suoi ingredienti principali.

Vi invito sempre a leggere i miei precedenti articoli dove vi mostro la lista degli ingredienti cancerogeni che le industrie usano praticamente in tutti gli alimenti che ci offrono sul mercato:

ARTICOLO PARTE 1:

https://amatestessa.com/2015/01/17/gli-ingredienti-con-cui-le-industrie-ci-stanno-uccidendo/

VIDEO PARTE 1:

ARTICOLO PARTE 2:

https://amatestessa.com/2015/01/18/gli-ingredienti-con-cui-le-industrie-ci-stanno-uccidendo-parte-2/

VIDEO PARTE 2:

Andiamo quindi ad analizzare il ketchup nella sua composizione, considerando che ogni azienda varia qualche ingrediente, possiamo così riassumerli:

tomatoes-320860_1280

 

– Concentrato di pomodoro (77%): vedendo questo valore, la nostra mente va subito a pensare che il prodotto in sè non è poi così male, poiché il pomodoro è un ingrediente sano e genuino. In realtà proprio questo ingrediente principale, è di origini sconosciute. Si è scoperto nel corso degli anni che il concentrato o semi-concentrato di pomodoro contenuto nel ketchup, fosse importato anche dalla Cina, contenente sostanze tossiche per gli essere umani.

– Spezie non meglio definite;

– Saccarina usata in maniera immotivata dato il già piccolo apporto calorico del prodotto;

aceto di acquavite;

– zucchero semolato: altamente cancerogeno ( ARTICOLO:  https://amatestessa.com/2014/11/26/lo-zucchero-semolato/ ) 

– amido modificato di mais: mai fidarsi degli amidi modificati!

– sale.

: glutammato monosodico: La FDA permette 20 “pseudo” nomi per esso, tra cui estratto di lievito Ajinomoto autolyzed, Vetsin, MSG, gelatina, caseinato di calcio, proteina vegetale idrolizzata (HVP), proteina testurizzata, glutammato monopotassico, idrolizzato pianta Poteina (PHP) Estratto di lievito, acido glutammico, caseinato di sodio, lievito, proteine vegetali idrolizzate, Senomyx, carragenina, aromi naturali, esaltatore di sapidità, o il numero E620, E621, E622, E623, E624, E625, E627, E631, o E635 per citarne alcuni. Solo perché un prodotto dice “No MSG” non significa che non c’è! Approfondire qui.
Sodio nitrato e nitrito di sodio (nitrosammine)
E ‘usato per fertilizzanti, esplosivi, e come solvente nell’industria della pulizia a secco. Questo ingrediente mantiene le molecole di emoglobina nel sangue di trasportare l’ossigeno ai tessuti del corpo. E ‘considerato un “super-sale” (come glutammato monosodico) aggiunto a cose come hot dog, salsicce e pancetta per aumentare la durata di conservazione, colore e sapore.
Il nitrito di sodio è usato principalmente come conservante alimentare e fissativo del colore nei prodotti a base di carne. Spesso usati in combinazione con altri sali noti nella vulcanizzazione: sali di sodio nitrito e nitrato e potassio (E249). Il suo uso impedisce intossicazione batterica, specialmente botulismo.
Gli studi da parte delle autorità sanitarie degli Stati Uniti alla fine del 1970 hanno dimostrato che l’uso di nitrito di sodio come additivo alimentare provoca il cancro.

– E211: Questo assassino furtivo si trova in quasi tutti i vasi e bottiglie, come condimento per l’insalata, sottaceti, salse, maionese, quasi tutte le bevande analcoliche e succhi di frutta, e anche in prodotti alimentari etichettati come “naturali”. Secondo uno studio del professor Peter Piper, del dipartimento di biologia molecolare e biotecnologie dell’Università di Sheffield, il sodio benzoato testato su cellule vive di lieviti distrugge aree del DNA nelle stazioni energetiche cellulari, i mitocondri.

Le conclusioni potete trarle benissimo voi stessi: la realtà è molto più grave di quello che pensiamo. Volete davvero continuare a ignorare le etichette? Io ci penserei due volte prima di farlo e se siete amanti di questa salsa, non dovete per forza rinunciarci, bensì potete produrla fatta in casa con materie prime da voi scelte accuratamente!

Diffidate dai prodotti confezionati!