amatestessa

Il benessere prima di tutto!


Lascia un commento

Proteggiamoci dai raggi UV.

heat-834468_1920

I raggi UV sono dannosi per la pelle e per gli occhi?

Il sole fa molto bene alla pelle, poiché, tra i vari benfici, stimola la produzione di vitamina D.

Nonostante ciò, è sempre meglio non esagerare con l’esposizione ai raggi solari, perché si favorisce l’invecchiamento della pelle e degli occhi.

Chi lavora all’aperto e chi guida in macchina per molte ore è maggiormente soggetto all’influenza dei raggi UV, i quali non sempre sono percettibili, quindi in quel preciso istante non ci si accorge del grande danno che possono fare.

Sappiamo che esistono differenti tipologie di raggi UV, ma in questo articolo non entrerò in questi dettagli.

A seconda del tempo, che sia nuvoloso o completamente soleggiato, bisogna utilizzare gli occhiali da sole, che non sono unicamente un accessorio di moda ma hanno una funzione molto più importante nella protezione dei nostri occhi. Allo stesso modo sono importanti le creme ad alta protezione per evitare la degenerazione della pelle.

In spiaggia, la maggior parte delle persone, soprattutto donne, per ottenere un’abbronzatura più intensa utilizzano oli super abbronzanti che in realtà, oltre a rovinare la pelle privandola della dovuta protezione, fanno anche in modo che l’abbronzatura duri meno a lungo.

Recentemente è stata condotta una ricerca i cui risultati portano a un invito a portare gli occhiali da sole, soprattutto per chi guida tante ore in auto e rischia la formazione della cataratta.

Da questo studio si è scoperto che cataratta e tumori alla pelle li prende maggiormente chi guida.

Questo studio è stato condotto a Beverly Hills in cui sono state testate 29 auto di diverse case automobilistiche prodotte tra il 1990 e il  2014.

Il parabrezza nel 96% dei casi si è dimostrato in grado di fermare i raggi UV di tipo A.

I finestrini molto meno efficienti con percentuali che vanno dal 44% al 96%.

Non importa se l’auto sia economica o super costosa, perché in entrambi i casi i finestrini sono risultati funzionalmente uguali in tutte le tipologie di auto

In Italia negli ultimi 30 anni le persone colpite da malattie della pelle e degli occhi,sono aumentate oltre 100.000 persone colpite e 10.000 casi nuovi ogni anno.

Proteggiamo la pelle e i nostri occhi, per garantirne la salute futura.

Per saperne di più guarda questo video:


Per maggiori informazioni e richiesta di una prima seduta di valutazione, puoi contattarmi al seguente indirizzo e-mail :

giulia._.spano@live.it

Annunci


Lascia un commento

I ”vizi” del portamento.

vizi-del-portamento

L’essere umano è l’unico essere vivente che cammina in posizione eretta e la nostra colonna vertebrale ci permette di poter mantenere questa posizione tramite le sue curve fisiologiche, che attraverso anche ai nostri muscoli, ci garantisce equilibrio.

Nel caso in cui questa struttura venga intaccata in qualche modo, possono verificarsi diverse conseguenze.

Il vizio nel portamento si genera quando un individuo mantiene posizioni non consone al nostro assetto corporeo. Quando il vizio può essere corretto dalla persona, si parla di paramorfismo, mentre se non è possibile una sua correzione per via di una modificazione della sua struttura anatomica, si parla di dismorfismo. Questo perchè le strutture scheletriche sono state intaccate e dunque anche se ci mettiamo in altre posizioni non si allinea nel modo corretto.

Parlando di paramorfismo, esso viene generato da:

  • non svolgere attività fisica;
  • assumere posizioni scorrette;
  • stare troppo tempo seduti in posizioni non adeguate;

Quali problematiche ne derivano?

Debolezza e rigidità muscolare sono le prime conseguenze che ne derivano.

I principali paramorfismi della colonna vertebrale riguardano sono i seguenti:

  • il portamento rilassato: tipico difetto che fa parte dell’età evolutiva dovuto a un tono muscolare troppo basso;
  • atteggiamento lordotico: accentuazione curva lombare nella sua convessità anteriore;
  • atteggiamento cifotico: aumento della curva dorsale a convessità posteriore;
  • atteggiamento scoliotico: deviazione laterale della colonna vertebrale senza rotazione dei dischi, altrimenti si parlerebbe di scoliosi vera e propria.

Le possibili cause sono:

  • assunzione di posizioni scorrette a lunga durata;
  • accorciamento dell’arto inferiore;
  • insufficiente pratica motoria.

Per saperne di più guarda il seguente video:


Per maggiori informazioni e richiesta di una prima seduta di valutazione, puoi contattarmi al seguente indirizzo e-mail :

giulia._.spano@live.it

                                                                                     Dott.ssa Giulia Spano

                                                                                 (Scienze delle attività motorie e sportive)


Lascia un commento

L’alimentazione squilibrata causa tumori.

946211_543267139066065_1241950800_n

Recentemente è stato diagnosticato, che il 30% dei cancri che si manifestano è derivante da un’alimentazione squilibrata.

Lo stile di vita perfetto per vivere in piena salute, infatti, è basato sul seguire un’alimentazione sana, fare attività fisica e vivere a pieno riducendo al limite gli stress della quotidianità.

Non molto tempo fa, a Milano, c’è stato un congresso al quale hanno partecipato medici esperti nel settore, ed hanno affermato che mangiare troppi cibi ricchi di grassi, soprattutto saturi, e mangiare poca frutta e verdura provoca un rischio di tumori pari a quello provocato dal fumo di sigaretta.

Le mioplasie più frequenti derivanti da una dieta errata, interessano i seguenti settori:

  • La mammella;
  • il colon retto;
  • ovaie;
  • rene;
  • cervice;
  • utero.

Quello che dovrebbe ancor più suscitare perplessità è che l’Italia è la madrepatria della dieta mediterranea, ricca di carboidrati, grassi buoni (OMEGA3 – OMEGA6), carni magre, frutta verdura. Nonostante ciò, siamo al primo posto di obesità infantile. Un 12% dei bambini sono obesi.

Il personale che lavora nell’ambito della salute e benessere: laureati in scienze motorie, nutrizionisti, medici ecc. cerca in ogni modo di promuovere la prevenzione.

Infatti, se lo stile di vita degenera in malattie cronico degenerative, curarle è molto più difficile che prevenirle.

Perché provocarci da soli la malattia se basta così poco per stare bene?

Per saperne di più guarda questo video:


Per maggiori informazioni e richiesta di una prima seduta di valutazione, puoi contattarmi al seguente indirizzo e-mail :

giulia._.spano@live.it

                                                                                     Dott.ssa Giulia Spano

                                                                                 (Scienze delle attività motorie e sportive)


Lascia un commento

La Dieta Gluten Free fa DIMAGRIRE?

gluten-free-diet

La dieta Gluten Free è un regime alimentare che sta spopolando negli ultimi anni.

Il principio sul quale si basa è che togliendo il glutine dalla dieta, si dimagrisce molto più velocemente. Conseguentemente a tale affermazione, le persone iniziano a riempire sempre di più i loro carrelli con prodotti senza glutine, i quali dovrebbero essere destinati principalmente a chi ha veramente un’intolleranza al glutine.

Sul mercato spopolano non solo prodotti alimentari, ma persino quelli dedicati all’igiene personale (dentifrici ecc.) con la scritta gluten free.

Questa moda, però è dedicata a chi può permettersi di spendere veramente molti soldi, perché mentre per i celiaci i fondi vengono dati dallo Stato, chi crede a questa nuova moda, li spende tutti di tasca propria.

I prodotti senza glutine, infatti, costano circa 5 volte di più rispetto al resto dei prodotti sul mercato.

Sui social si fa sempre più forte la voce di dietologi e nutrizionisti che smentiscono tale dieta, ma i mass media vincono sempre.

Il potere utilizzato dalle industrie, che manipolano i nostri pensieri attraverso la pubblicità, riesce sempre a conquistare le masse, che affidano i loro sogni e desideri a queste false promesse.

Seguire un’alimentazione senza glutine fa ingrassare, perché si elimina un apporto fondamentale di carboidrati dalla dieta. Questo significa che per poter recuperare quelle sostanze nutritive essenziali alla salute, è necessario recuperarle con i grassi.

In Italia ci sono 170.000 celiaci che acquistano questi prodotti adeguati alla loro necessità.

Però ci sono 2 milioni di famiglie che acquistano prodotti senza glutine.

Il glutine è dannoso unicamente per celiaci e ipersensibili che costituiscono l’1% della popolazione.

Un percorso importante come quello del dimagramento, necessita della guida di persone competenti e laureate nel settore. Dietologi, nutrizionisti, laureati in scienze motorie, sono i professionisti perfetti a cui affidare la propria salute.

Piuttosto che spendere un patrimonio in alimenti a dir poco inutili, ritengo più consono investirli per farsi stilare una dieta e un allenamento personalizzati, in base alle specifiche esigenze dell’individuo in questione.

Per perdere peso bisogna faticare e seguire uno stile di vita sano per tutto l’anno.

Per saperne di più guarda questo video:


Per maggiori informazioni e richiesta di una prima seduta di valutazione, puoi contattarmi al seguente indirizzo e-mail :

giulia._.spano@live.it

                                                                                     Dott.ssa Giulia Spano

                                                                                 (Scienze delle attività motorie e sportive)


Lascia un commento

Come acquistare delle uova SANE al supermercato!

images

Il titolo di questo articolo potrebbe suscitare stupore in tutte quelle persone che non si sono mai accorte che non tutte le uova sono uguali!

All’apparenza sono costituite dal medesimo involucro, ”la buccia”, dalla quale non traspare alcuna differenza. In realtà, a seconda dei metodi di allevamento utilizzati, cambiano le proprietà nutritive di tale alimento, che può dunque perdere il suo alto valore biologico, se derivante da un allevamento poco idoneo alla salute delle galline.

Parliamo, dello sfruttamento che i poveri animali devono subire, perché l’uomo ha deciso di fare soldi maltrattandoli e pensando unicamente al guadagno economico.

Tra gli scaffali del supermercato, vedo sempre le uova nelle classiche confezioni famiglia, in cui ti danno la possibilità di acquistarne 10 a un prezzo veramente conveniente.

Come dir di no a uno sconto del genere?

Dopo tutto usiamo le uova in molte preparazioni culinarie.

Spesso però il risparmio non vale più della nostra salute e di quella dei nostri amici animali, perché magari hai più soldi nel portafogli, ma ci perdi in salute e fai anche in modo che l’industria continui a sfruttare gli animali per produrre più uova.

Le condizioni in cui vivono molte galline, sono quelle tipiche di un allevamento intensivo.

Infatti, se facciamo caso alle informazioni contenute nell’etichetta, esistono 4 codici per identificare la tipologia di allevamento utilizzata:

  • Codice 3: si riferisce alle galline che sono chiuse in gabbia nelle cosiddette batterie, in cui le galline sono ammassate, senza alcuna possibilità di muoversi e vengono imbottite di alimenti che spesso non hanno tutte le sostanza nutritive di cui necessitano e che possono ricavare vivendo allo stato naturale (si cibano di erba, vermi ecc.). Invece le costringono a mangiare dei cereali ai quali vengono addirittura aggiunti antibiotici. Questo discorso dovrebbe farci riflettere perché un animale che mangia male e vive in cattività produce un uovo ”malato” senza vitamina A, vitamina E, omega3. Dunque anche la nostra salute ne risente particolarmente, dato che l’uovo in questione sarà anche ricco di grassi saturi;

 

  • Codice 2:tratta di quelle galline che si dice sono di allevamento a terra (e questo concetto viene addirittura scritto bello in grande nelle confezioni) ma in realtà sono delle galline che si vivono a terra ma in spazi molto ristretti e chiuse in una sorta di serra. Inoltre, sono sottoposte costantemente a una luce artificiale per favorire una maggiore produzione di uova e quindi mettere più uova nel mercato;

 

  • Codice 1: siamo un po’ nel purgatorio perché si tratta di galline che vivono all’aperto ma in uno spazio molto ristretto;

 

  •   Codice 0: UNICO CODICE DA ACQUISTARE. Si tratta di uova derivanti da galline di allevamento biologico, che ricevono un buon mangime e sono soprattutto lasciate libere di pascolare e quindi di mangiare vermi, erba e tutto quello di cui si ciba una gallina. Di conseguenza sono ricche di elementi ad alto valore nutritivo.

Acquistando uova a codice 0 stiamo dunque facendo non solo del bene a noi stessi, ma favoriamo la salute degli animali in questione.

 Per saperne di più guarda questo video:


Per maggiori informazioni e richiesta di una prima seduta di valutazione, puoi contattarmi al seguente indirizzo e-mail :

giulia._.spano@live.it

                                                                                     Dott.ssa Giulia Spano

                                                                                 (Scienze delle attività motorie e sportive)


Lascia un commento

Come dimagrire velocemente SENZA STRESS!

dimagrire-calorie

Probabilmente, se sei capitato in questo articolo stai ancora cercando delle soluzioni magiche e veloci che non corrispondano ai concetti di ”alimentazione sana” e ”attività fisica”.

Hai già provato le magiche fasce sciogli grasso, i pantaloni anticellulite, le creme dalle proprietà dimagranti, diete trovate su internet, ti sei messa a stecchetto con la pratica del digiuno o peggio ancora ti sei fatta ingannare e hai speso tanto denaro per le barrette e i frullati che sostituiscono il pasto e ti fanno perdere magicamente peso.

Utilizzando questi stratagemmi però si perde peso in modo del tutto sbagliato e ci si rimette solo in salute. Infatti, tutte le persone che si sono cimentate in questi ”facili percorsi”, magari all’inizio hanno anche perso peso, ma poi?

Hanno ripreso tutti i chili se non di più!

Questo perché offrendo al corpo sostanze che non lo nutrono, costituite da ingredienti poco sani, non si fa che indebolirlo e alla fine (com’è giusto che sia) si ribella trattenendo qualsiasi cosa voi introduciate al suo interno.

In sostanza si attiva il meccanismo di ”risparmio energetico”, dove il metabolismo basale rallenta e le riserve di grasso restano li immobili.

Sai perché tutto questo avviene?

Perché non esiste una pillola magica in grado di modificare tutti i meccanismi energetici che avvengono nel nostro organismo.

Se quello che desideri è un corpo in salute, forte, bello l’unica cosa che devi fare è FATICARE!

Determinazione e costanza sono la formula vincente insieme a una alimentazione sana ed equilibrata e, da non sottovalutare, il grande potere dell’attività fisica!

Cosa aspetti?

Se desideri un cambiamento concreto, non cercare la via facile, ma reagisci e cambia la tua vita in meglio modificando il tuo stile di vita.

Il tuo corpo ti ripagherà!

Per saperne di più guarda questo video:


Per maggiori informazioni e richiesta di una prima seduta di valutazione, puoi contattarmi al seguente indirizzo e-mail :

giulia._.spano@live.it

                                                                                     Dott.ssa Giulia Spano

                                                                                 (Scienze delle attività motorie e sportive)


Lascia un commento

Come prestare soccorso.

download

In qualsiasi situazione, possiamo trovarci nella posizione di dover prestare il primo soccorso a un individuo che ha subito un incidente.

Nel caso in cui non vi sia nessun tecnico abilitato nel primo soccorso, non possiamo restare fermi senza dare il nostro soccorso al ferito.

Per tale motivo vi illustro le cose che dobbiamo fare e anche quelle che bisogna assolutamente evitare, al fine di salvare la vita (a un paziente che respira).

  1. La prima cosa da fare è chiamare il 118 o il 113;
  2. Una volta  chiamati i soccorsi è necessario osservare nel complesso la condizione del ferito ( verificare se respira, se è in grado di risponderci e in tal caso se ricorda l’incidente che ha subito);
  3. In nessun caso bisogna dargli da bere o da mangiare, ne muoverlo o spostarlo, per non causare ulteriori complicanze;
  4. Nel caso in cui sia cosciente, si consiglia di calmarlo e rassicurarlo sino all’arrivo dei soccorsi;
  5. Slacciare eventuali indumenti stretti per facilitare la respirazione;
  6. Proteggerlo da eventuali fenomeni atmosferici (es. pioggia).

La posizione di sicurezza:

posizione_sicurezza

Se il soggetto è incosciente, vomita o respira male, è opportuno girarlo sul fianco nella posizione laterale di sicurezza con il capo all’indietro, la bocca aperta per mantenere le vie aeree libere ed evitare che la lingua ricada indietro provocando soffocamento.

La posizione antischock:

p_ew_06_02_08

Se l’individuo è spaventato e ci si accorge che sta perdendo i sensi, è necessario metterlo a terra con i piedi sollevati a 30 cm. da terra per favorire irrorazione sanguigna dalla periferia al cervello, mantenendo tale posizione per circa 10 minuti anche dopo il ritorno allo stato di coscienza.

Grazie a queste manovre potrete anche voi, contribuire a salvare una vita.


Per maggiori informazioni e richiesta di una prima seduta di valutazione, puoi contattarmi al seguente indirizzo e-mail :

giulia._.spano@live.it

     Dott.ssa Giulia Spano

                                                                                 (Scienze delle attività motorie e sportive)