amatestessa

Il benessere prima di tutto!


Lascia un commento

Come acquistare delle uova SANE al supermercato!

images

Il titolo di questo articolo potrebbe suscitare stupore in tutte quelle persone che non si sono mai accorte che non tutte le uova sono uguali!

All’apparenza sono costituite dal medesimo involucro, ”la buccia”, dalla quale non traspare alcuna differenza. In realtà, a seconda dei metodi di allevamento utilizzati, cambiano le proprietà nutritive di tale alimento, che può dunque perdere il suo alto valore biologico, se derivante da un allevamento poco idoneo alla salute delle galline.

Parliamo, dello sfruttamento che i poveri animali devono subire, perché l’uomo ha deciso di fare soldi maltrattandoli e pensando unicamente al guadagno economico.

Tra gli scaffali del supermercato, vedo sempre le uova nelle classiche confezioni famiglia, in cui ti danno la possibilità di acquistarne 10 a un prezzo veramente conveniente.

Come dir di no a uno sconto del genere?

Dopo tutto usiamo le uova in molte preparazioni culinarie.

Spesso però il risparmio non vale più della nostra salute e di quella dei nostri amici animali, perché magari hai più soldi nel portafogli, ma ci perdi in salute e fai anche in modo che l’industria continui a sfruttare gli animali per produrre più uova.

Le condizioni in cui vivono molte galline, sono quelle tipiche di un allevamento intensivo.

Infatti, se facciamo caso alle informazioni contenute nell’etichetta, esistono 4 codici per identificare la tipologia di allevamento utilizzata:

  • Codice 3: si riferisce alle galline che sono chiuse in gabbia nelle cosiddette batterie, in cui le galline sono ammassate, senza alcuna possibilità di muoversi e vengono imbottite di alimenti che spesso non hanno tutte le sostanza nutritive di cui necessitano e che possono ricavare vivendo allo stato naturale (si cibano di erba, vermi ecc.). Invece le costringono a mangiare dei cereali ai quali vengono addirittura aggiunti antibiotici. Questo discorso dovrebbe farci riflettere perché un animale che mangia male e vive in cattività produce un uovo ”malato” senza vitamina A, vitamina E, omega3. Dunque anche la nostra salute ne risente particolarmente, dato che l’uovo in questione sarà anche ricco di grassi saturi;

 

  • Codice 2:tratta di quelle galline che si dice sono di allevamento a terra (e questo concetto viene addirittura scritto bello in grande nelle confezioni) ma in realtà sono delle galline che si vivono a terra ma in spazi molto ristretti e chiuse in una sorta di serra. Inoltre, sono sottoposte costantemente a una luce artificiale per favorire una maggiore produzione di uova e quindi mettere più uova nel mercato;

 

  • Codice 1: siamo un po’ nel purgatorio perché si tratta di galline che vivono all’aperto ma in uno spazio molto ristretto;

 

  •   Codice 0: UNICO CODICE DA ACQUISTARE. Si tratta di uova derivanti da galline di allevamento biologico, che ricevono un buon mangime e sono soprattutto lasciate libere di pascolare e quindi di mangiare vermi, erba e tutto quello di cui si ciba una gallina. Di conseguenza sono ricche di elementi ad alto valore nutritivo.

Acquistando uova a codice 0 stiamo dunque facendo non solo del bene a noi stessi, ma favoriamo la salute degli animali in questione.

 Per saperne di più guarda questo video:


Per maggiori informazioni e richiesta di una prima seduta di valutazione, puoi contattarmi al seguente indirizzo e-mail :

giulia._.spano@live.it

                                                                                     Dott.ssa Giulia Spano

                                                                                 (Scienze delle attività motorie e sportive)

Annunci


1 Commento

Alimentazione corretta per chi soffre del morbo di Crohn.

Buongiorno miei carissimi lettori,

oggi voglio parlarvi di una patologia che colpisce l’apparato digerente di molti individui, causando sintomi molto più rilevanti della semplice stitichezza o diarrea.

Quando ci riferiamo al morbo di Crohn, infatti, stiamo parlando di una malattia infiammatoria di tipo cronico, le cui cause non sono del tutto chiare, ma ci si avvicina all’idea che derivino da una eccessiva difesa immunitaria verso antigeni che sono normalmente presenti, ma che il nostro organismo non riconosce e continua a distruggere imperterrito.

I sintomi che caratterizzano il fastidiosissimo morbo di Crohn, sono:

– Forti dolori addominali;

– Diarrea con perdite di sangue;

– Febbre;

– Malassorbimento;

– Perdita di appetito con conseguente dimagrimento.

Gli individui affetti si ritrovano costretti ad assumere notevoli quantità di cortisone e diverse tipologie di farmaci, ma i sintomi di questa malattia, si possono ridurre anche attraverso una specifica alimentazione che va a ridurre le tipologie di sostanze che causano l’aumento dell’infiammazione.

Spesso capita che chi soffre del morbo di Crohn, sia anche intollerante a glutine e lattosio. Conoscere le intolleranze è importantissimo, poiché come si può bene dedurre, accentuano l’attività di difesa immunitaria, una volta introdotte le sostanze non tollerabili dall’organismo di quello specifico individuo.

Vi invito dunque a fare dei controlli in modo tale da ridurre, almeno per quanto la patologia lo consente, il verificarsi dei sintomi, in modo tale da trarne un maggior beneficio, semplicemente attraverso un regime alimentare specifico per il vostro caso.

Purtroppo essendo una patologia non legata a cosa si mangia, ma legato al sistema immunitario, non si può risolvere come una semplice stitichezza o diarrea, attraverso una specifica dieta, ma bisogna sottoporsi a cure mediche specifiche, ma resta comunque il fatto che evitando diverse tipologia di alimenti o comunque riducendole in determinati periodi di forte infiammazione, aiuta a trarre un minimo di benessere.

Oltre agli alimenti verso i quali il soggetto affetto da morbo di Crohn, si dimostra intollerante, esistono anche tantissimi altri alimenti che possono partecipare al processo infiammatorio, poiché favoriscono la produzione di prostaglandine di tipo infiammatorio.

Vediamo di quali alimenti si tratta:

-Alimenti da abolire:

caffè, cioccolato, bevande analcoliche e gassate, fritture, grassi idrogenati, insaccati, carni grasse, carne di maiale, zucchero raffinato, semi di lino.

latticini e il grano, sono da evitare se si è intolleranti, da limitare se non lo si è: aumentano infatti l’irritazione dell’intestino.

Ridurre drasticamente le fibre che accentuano la defecazione e dunque il processo infiammatorio.

-Alimenti Amici:

pasta di semola, semolino, polenta, riso, carne magra e poco fibrosa, verdure cotte (solo patate, carote, zucchine) e pomodori sia cotti che crudi privati dei semi e della buccia. Tra la frutta, meglio prediligere mele e banane.

Anche la masticazione è importante, poiché masticando piano, si facilita il processo digestivo.

 Alcuni rimedi naturali:

Vi rimando all’articolo che scrissi poco tempo fa sulla sindrome del colon irritabile, dove potete trovare alcuni rimedi in caso di diarrea, che sono consigliabili anche per chi soffre del morbo di Crohn:

https://amatestessa.com/2015/01/12/alimentazione-che-cura-il-colon-irritabile/

Non mancheranno anche altri alimenti che possono esservi d’aiuto!

Anche ridurre lo stress emotivo incide particolarmente sul benessere!

GUARDA IL VIDEO SUL MIO CANALE YOUTUBE E ISCRIVITI:


ISCRIVITI AL MIO CANALE❤❤❤:https://www.youtube.com/user/withlovegiulietta

♪♫•*¨*•.¸¸❤¸¸.•*¨*•♫♪♪♫•*¨*•.¸¸❤¸¸.•*¨*•♫♪♪♫•*¨*•.¸¸❤¸¸.•*¨*•♫♪

★★★I MIEI CONTATTI★★★:

☆CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/withlove…
☆GOOGLE+ : https://plus.google.com/u/0/+WithLove…
☆PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/pages/Amates…
☆INSTAGRAM: http://instagram.com/withlovegiulietta
☆TWITTER: https://twitter.com/GiuliaSpanoArt
☆BLOG WORDPRESS: http://www.amatestessa.com

;)°¨¨°º”°¨¨°(*)(_.·´¯`·«¤°°¤»·´¯`·._)(*)°¨¨°º”°¨¨°;)

PLAYLIST:

❀ AMATESTESSA: https://www.youtube.com/watch?v=TlXFu…
❀ TAG: https://www.youtube.com/watch?v=NdECw…
❀ OUTFIT: https://www.youtube.com/playlist?list…
❀ VIDEO CUCINA: https://www.youtube.com/playlist?list…
❀ CHIACCHERICCI VARI: https://www.youtube.com/watch?v=yFPNC…
❀ IN FORMA CON GIULIA: https://www.youtube.com/watch?v=LN_YgA57ZiM&list=PLvKKNe6veFLNh-zXAX7pwNvScjxrAXKkQ
❀ CHE COSA MANGIAMO VERAMENTE? https://www.youtube.com/watch?v=tdnYVPtdYNE&list=PLvKKNe6veFLNU3EFaeX8tXvzXd_0sV_Zm
❀ VLOGS: https://www.youtube.com/watch?v=35fZMYk8iRc&list=PLvKKNe6veFLP7LrXdzsIKtebPp3_SIkNP
❀ ASK GIULIETTA: https://www.youtube.com/watch?v=r5QSwy9s88Q&list=PLvKKNe6veFLO4gYtQAR65pCNYZAF1w0Rm
❀ MANGIARE SANO, LE VOSTRE DOMANDE: https://www.youtube.com/playlist?list=PLvKKNe6veFLPDyv_tIC96A4T0tND14L89

✿●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙✿✿●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙✿✿●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙✿✿●♥

♔WithLoveGiulietta♔


Lascia un commento

LE VITAMINE IDROSOLUBILI: LA NIACINA.

Le vitamine sono essenziali nel nostro organismo e devono essere integrate attraverso un corretto regime alimentare, al fine di poterne possedere sempre nelle giuste dosi e non andare mai incontro ai gravi problemi che ne comporta la loro carenza.

Le vitamine idrosolubili, prendono questo nome, poiché sono solubili nei composti acquosi, a differenza delle liposolubili.

Le possiamo trovare come costituenti di alimenti vegetali e anche nella frutta. Il fabbisogno di vitamine è molto basso e quello che viene assunto in eccesso viene eliminato dal nostro organismo, per mezzo dei reni.

A cosa servono?

La loro struttura viene modificata, trasformandole in coenzimi, i quali funzionano solo associati agli enzimi, dando vita al così detto oloenzima.

Le vitamine idrosolubili, appartengono al gruppo B (sono 8 in tutto) e la vitamina C. Svolgono una funzione vitale nel metabolismo energetico e nella proliferazione e differenziazione cellulare.

OGGI VI PARLERÒ DELLA NIACINA, CONOSCIUTA ANCHE COME VITAMINA PP o B3.

La niacina 

possiede come coenzimi il nicotinammide adenin dinucleotide (NAD) e il nicotinamide adenin dinucleotide fosfato (NADP). Essi, sono detti coenzimi di deidrogenasi perché partecipano a reazioni di ossidoriduzione.

Una volta entrati nel nostro organismo, vengono assorbiti dallo stomaco e dall’intestino, attraverso un meccanismo di trasporto facilitato sodio-dipendente ( nel caso in cui sia presente in basse quantità) o attraverso un meccanismo passivo ( se presente in elevate quantità).

La nicotinamide è la componente fondamentale di due molecole coenzimatiche, NAD (sintetizzato da 3 diverse vie che coinvolgono l’acido nicotinico, la nicotinamide e l’acido chilonico) e NADP, ottenuto invece tramite legame di un gruppo fosfato a un OH del ribosio dell’AMP.

DOVE RITROVIAMO QUESTA IMPORTANTE VITAMINA?

Nel lievito di birra, nella carne, nel fegato e nei reni, nel pesce e nei legumi.

Frutta verdura e uova presentano basse quantità di niacina.

Cosa comporta la carenza di vitamina B3?

Può essere dovuta a un apporto insufficiente della vitamina stessa e/o di triptofano. Quindi la carenza porta alla pellagra. Un apporto elevato di acido nicotinico è in grado di ridurre i livelli di colesterolo LDL e di trigliceridi plasmatici e di aumentare la quota di colesterolo HDL.

Che effetti collaterali riscontriamo?

vasodilatatori con comparsa di vampate, eritemi, prurito, nausea, mal di testa e diarrea.

WithLoveGiulietta ❤


Lascia un commento

La dieta chetogenica Mayo.

La dieta che vi espongo oggi è un regime alimentare, che spero vivamente nessuno di voi abbia mai intrapreso nella sua vita: la dieta Mayo. Essa è una tecnica di riduzione del peso corporeo, nata una settantina di anni fa e messa a punto negli anni 80′.

Questa strana dieta,ha una durata di quattordici giorni, nel corso dei quali hai la possibilità di prenderti una pausa di soli due giorni.

Per saperne di più cliccate sul seguente link:

https://docs.google.com/document/d/1MA4dxIlaQ7mKAGS-euBJLiRvuqst4ZPFJkuBFT-4oRU/edit?usp=sharing

La condizione che la dieta Mayo determina, è totalmente dannosa e insostenibile per l’uomo: porta al degrado del sistema osseo, perchè assumendo solamente una porzione di yogurt in quel lasso di tempo e, abolendo ogni tipo di latticino e derivati, porta alla totale mancanza di calcio. Il calcio non è solo importante a livello osseo bensì anche nelle varie operazioni a livello cellulare, e porterebbe dunque a delle disfunzioni anche nel sistema muscolare e nervoso.

Inoltre si verificherebbe un calo di adipe ma anche un abbassamento sostanziale della massa muscolare e cutanea. Insomma, un vero e proprio deperimento, poichè induce un’elevata carenza in tutti gli aspetti nutrizionali.

Questa ”dieta” predilige proteine e grassi di derivazione animale e dunque saturi, e di conseguenza una grossa quantità di colesterolo che sappiamo essere dannoso se assunto in eccesso.

Nonostante questa apparente dominanza delle proteine, in realtà, la carenza si ha persino in questo tipo di nutriente, poichè il nostro corpo, privato di carboidrati e lipidi, è costretto ad attingere le fonti energetiche dalla massa muscolare, portandola al depauperamento.

La dieta Mayo non tiene conto del fabbisogno di micronutrienti, di conseguenza, nel periodo di restrizione è possibile che si manifestino carenze di sali minerali e di vitamine di discreta entità.

Vi sconsiglio vivamente di non intraprendere mai e poi mai questo doloroso percorso, che vi porterà solo incontro a malesseri di notevole entità. Inoltre interrotta questa dieta, e intrapresa una terapia per disintossicarsi, recupererete tutti i Kg in maniera immediata.

Pensateci due volte, anche dieci se necessario!

WithLoveGiulietta ❤