amatestessa

Il benessere prima di tutto!


Lascia un commento

Obesità: i benefici dell’attività fisica!

weight-loss-2036968_1920

Ormai è risaputo che l’obesità è portatrice di molte malattie e che quindi i soggetti che sono in stato di sovrappeso ma soprattutto obesità, sono più inclini a sviluppare una moltitudine di patologie.

In alcuni casi viene ipotizzato un rapporto di causa-effetto, come nel caso delle patologie causate a livello dell’apparato osteoarticolare, mentre in alcuni casi come nelle dislipidemie il rapporto è in concomitanza.

Inoltre, l’obesità è in grado di aggravare il decorso di moltissime malattie. Quindi se un soggetto per genetica è portatore di una data malattia e conduce uno stile di vita che comporta lo stato di obesità, la malattia in questione peggiora.

Possiamo raggruppare in 4 tipologie le complicanze dell’obesità:

  • Metaboliche;
  • Meccanica;
  • Psicosociali;
  • Sfera sessuale.

Diversi studi hanno dimostrato che una buona parte dei casi di mortalità sono proprio associati a uno stile di vita sedentario. Questo dovrebbe far riflettere le persone che si trovano in questo stato e dargli input per reagire e cambiare completamente lo stile di vita.

L’attività fisica non va ad agire solo sul dispendio calorico, ma anche sulla sfera psicologica. Praticare attività fisica riduce il rischio di sviluppo di malattie legate al sistema cardiocircolatorio e metabolico.

Per tale motivo lo sport è una vera e propria terapia che permette di evitare gli effetti collaterali dei farmaci.

Per sapere in maniera dettagliata ogni aspetto di questo argomento, GUARDA IL SEGUENTE VIDEO:


Per maggiori informazioni e richiesta di una prima seduta di valutazione, puoi contattarmi al seguente indirizzo e-mail :

giulia._.spano@live.it


2 commenti

L’obesità.

L’obesità si definisce come un accumulo abnorme o eccessivo di grasso nel tessuto adiposo, tale da danneggiare lo stato di salute. Questa malattia metabolica, sia essa congenita o dovuta alla dipendenza compulsiva dal cibo, è un problema molto diffuso in tutto il mondo e in continua espansione. Questo poiché non viene data la giusta importanza allo stile alimentare e alla pratica sportiva. Oggigiorno sono gli stessi genitori che trascurando i figli, facendogli trascorrere tutto il tempo davanti alla televisione e giocando ai videogame, li conducono verso questa pericolosa condizione, che la maggior parte delle volte, li accompagnerà per tutta la vita. Infatti degli studi scientifici hanno dimostrato che i soggetti affetti da sindrome metabolica fin dall’età infantile, saranno più inclini a restare tali per tutto l’arco della loro vita.

L’obesità spesso viene vista solo come un fattore estetico, e viene addirittura percepito come un fenomeno di anticonformismo, di lotta contro tutti quei canoni di bellezza che impongono di essere magri. Il fatto è che così facendo vengono trascurati i fattori essenziali della questione, ovvero la nascita di malattie cardiovascolari, diabete di tipo II, morbo di Alzheimer, l’insorgenza di problemi in gravidanza, come diabete gestazionale o maggiore rischio di dover fare ricorso al parto cesareo. Fra le altre patologie collegate all’obesità e al sovrappeso ricordiamo anche le malattie della colecisti (calcoli) ed osteoartrite una malattia provocata dalla maggiore pressione sulle articolazioni e sulle cartilagini dovuta al peso corporeo e tutta una serie di patologie che portano alla morte precoce dell’individuo.

Quando accendo la tv, mi capita di vedere molti programmi modaioli, basati sulla cucina. È interessante vedere la preparazione di tutti quei piatti che alla sola vista ti fanno venire l’acquolina in bocca, ma pochi parlano degli alimenti spiegandone i contributi nutritivi, le dosi nelle quali devono venire assunti, e tutto quello che ne comporta. Siamo dunque sommersi dalla disinformazione che non è limitata all’eccessiva magrezza che caratterizza le sfilate di moda, bensì dal cibo spazzatura che ha invaso tutto il mondo, prima dall’America e adesso anche in Italia sta avendo il sopravvento.

Il cibo viene anche visto come sorta di rifugio da una realtà che non ti appartiene, ti dona quel piacere che almeno nella durata del pasto, ti fa dimenticare tutti i tuoi problemi. Diciamo che escludendo i soggetti che purtroppo vi nascono con queste malattie metaboliche, tutti gli altri stanno attraversando dei momenti difficili sia dal punto di vista familiare che nell’approccio con la società, la quale punta sempre sull’uccidere le menti degli individui, poichè tutti vogliono prevalere su tutti, e solamente i più “forti” mentalmente riescono ad attutire i colpi e andare avanti. Il resto delle persone, invece, soffre ogni momento e cerca una condizione che li faccia sentire al sicuro da quel mondo tanto aspro: iniziano così a rinchiudersi in casa, ad avere meno contatti con il prossimo, a ridurre la loro vita a una routine che non varcherà mai la soglia di quell’appartamento in cui vivono.

Da quel momento ogni gesto diventa passivo e l’inerzia ti domina. Solo in pochi si risvegliano da questa condizione e capiscono che sono loro padroni di se stessi e che se lotteranno per la salute della propria persona, potranno andare verso una realtà migliore. Non faranno più fatica a salire le scale, non andranno incontro a nessuna malattia, ma potranno piuttosto trovare una condizione di benessere, che gli donerà la giusta sicurezza per poter realizzare i propri sogni e trovare un loro posto nel mondo.

Con questo vi lascio,

WithLoveGiulietta ❤