amatestessa

Il benessere prima di tutto!


Lascia un commento

La carne ricca di ormoni arriva anche in Italia!

ttip_mt

Gli xenoestrogeni sono degli ormoni utilizzati nell’allevamento intensivo, al fine di aumentare le moli degli animali e vendere più carne sul mercato.

Questa pratica è illegale in Europa, però è legale negli USA, dove gli americani mangiano queste carni quotidianamente e di conseguenza sono soggetti alle malattie che ne derivano.

Secondo il trattato TTIP, che dev’essere ancora approvato definitivamente, l’America può esportare queste carni in Europa e, se non facciamo caso a quello che acquistiamo, possiamo essere anche noi vittime di queste sostanze cancerogene.

Il problema è che nonostante il trattato TTIP non sia ancora stato firmato dall’Europa, alcune carni americane sono già state esportate in Italia e possiamo tranquillamente trovarle anche nei supermercati.

Tutto ciò conferma l’imminente danno che si sta per verificare.

Quali sono gli ormoni utilizzati per dopare gli animali?

Uno degli ormoni più utilizzati è l’estradiolo coniugato che ha effetti simili all’estrogeno femminile. Di conseguenza mangiando queste carni sia l’uomo che la donna possono avere diverse patologie dell’apparato riproduttivo.

Quali patologie comporta?

L’assunzione di ormoni simili all’estrogeno femminile, comporta delle modificazioni a livello di testicoli e testosterone nel maschio e riduzione di spermatozoi,oltre che alterare anche gli organi e gli ormoni della donna.

Prima ho accennato al fatto che nonostante il trattato non sia ancora stato firmato dall’Italia, alcune carni sono già nei nostri supermercati.

Come fa ad essere in vendita se il Parlamento italiano deve ancora ratificare il voto del Parlamento europeo?

Il CETA (accordo commerciale tra l’UE e il Canada) semplificherà l’esportazione di beni e servizi dal Canada all’Europa. Questa nuova svolta favorisce solo i guadagni dei piccoli e grandi produttori, ma non di certo la nostra salute.

Il 15 febbraio 2017 il Parlamento Europeo ha votato in favore dell’accordo CETA.

Nonostante ciò, tutti i parlamenti nazionali dell’UE devono approvare il CETA prima che possa entrare pienamente in vigore e l’Italia non l’ha ancora ratificato, ma sta per farlo.

Quando il CETA avrà applicazione provvisoria, le carni di bisonti canadesi dopati avranno prezzi ben più accessibili. E nessuno potrà sapere nulla sugli eventuali  eventi di clonazione nella genealogia degli animali. Questo anche perché non è possibile tracciare la presenza di questi ormoni.

Vogliamo sottolineare anche l’enorme danno ambientale?

Incentivando un prodotto che arriva dal Canada quando si può avere benissimo in Italia, visti gli enormi spazi verdi di cui disponiamo, favorisce l’inquinamento ambientale.

Alcuni link utili per saperne di più:

TTIP: il Trattato che fa tremare i cittadini europei…DIFFONDETE!

COSA STA DIETRO QUELLA PORTA? IL TTIP – Il trattato transatlantico per il Commercio e gli Investimenti
DISTRATTI da Grexit, Il Parlamento Europeo approva il CENSURATISSIMO TTIP

 


Per maggiori informazioni e richiesta di una prima seduta di valutazione, puoi contattarmi al seguente indirizzo e-mail :

giulia._.spano@live.it


2 commenti

Il caffè fa bene alla salute?

tazzina_caffe

In Italia, l’espresso è un ‘must have’, da prendere appena svegli, dopo pranzo o semplicemente come bevanda per eccellenza durante un incontro tra amici.

Spesso ciò che ci spinge ad assumerlo è solamente un gesto automatico e non un suo reale bisogno funzionale.

Chi legge questo articolo e si ritrova nelle mie parole, dovrebbe domandarsi se è davvero indispensabile essere totalmente dipendenti da una sostanza che in realtà non ci serve assolutamente.

Parliamo dunque delle proprietà del caffè e della differenza tra il caffè trattato e il caffè verde che invece è il più naturale.

Cosa succede se beviamo il caffè a stomaco vuoto?

La prima cosa da conoscere è che bere il caffè appena svegli, a stomaco vuoto, magari anche seguito da una bella sigaretta, causa acidità al pH dello stomaco e ciò comporta bruciori, ulcera, gastriti ecc.

Molti possono allora optare per il cappuccino, ma esso non blocca questo fenomeno di acidificazione,che il caffè comporta.

Come consumare il caffè?

Per chi vuole assumere caffè si consiglia di mangiare un alimento solido in modo tale da creare una situazione più basica, oppure bisogna bere tanta acqua per diluirlo e di conseguenza l’azione si indebolisce.

Comunque sia tutte le persone che soffrono di disturbi gastro esofagei, devono evitarne l’assunzione per non avere un peggioramento della loro condizione.

Quali sono le proprietà del caffè?

Il caffè è ricco di sostanze che non si limitano solo alla caffeina, ma agiscono anche a livello genetico. Essendo un alcaloide può penetrare all’interno delle nostre cellule e partecipare al processo di trascrizione del DNA.

Partecipa alla formazione del nostro corredo genetico!!!

Quali sono le diverse tipologie di caffè?

Possiamo distinguere il caffè in qualità robusta, arabica e differenziarlo in caffè verde e nero.

La qualità arabica possiede meno caffeina rispetto a quella robusta.

Il caffè contiene lipidi, proteine, carboidrati, sali minerali e sostanze in grado di agire sul corredo genetico.

Qual è la differenza tra caffè nero e caffè verde?

Il chicco di caffè tostato viene sottoposto ad altissime temperature perdendo i principi nutritivi. SI formano oltretutto le proteine glicate o melanoidine che non fanno per niente bene alla salute. Il colore nero è dato da esse.

Le proteine glicate danneggiano intestino e tessuti connettivi. Per questo bisogna evitare il caffè nero e prediligere il caffè verde che è molto benefico.

Il nostro corpo non riesce a distruggere le melanoidine e dunque agisce sul nostro corpo causandoci grandi danni.

Se proprio si deve assumere, si consiglia di berne massimo 5 tazzine al giorno.

Per saperne di più guarda questo video:


Per maggiori informazioni e richiesta di una prima seduta di valutazione, puoi contattarmi al seguente indirizzo e-mail :

giulia._.spano@live.it

                                                                                     Dott.ssa Giulia Spano

                                                                                 (Scienze delle attività motorie e sportive)


2 commenti

La carne fa male?

abstract-1239434_1920

La confusione che è nata tra le persone riguardo alla probabile morte provocata dalla carne, deve avere una fine.
Il problema sostanziale sta nel fatto che mi giro da una parte e c’è chi sostiene che è da evitare completamente, mentre dall’altra c’è chi con tanta satira protegge i diritti della pancetta.
In pochi spiegano come stanno veramente le cose.
Dopo aver consultato diversi dottori e nutrizionisti, mi sono fatta questa idea:
la carne fa parte della dieta mediterranea, così come i legumi, il pesce, la frutta, la pasta la verdura, e così via.
In Italia, lo stile di vita sano, sta scomparendo del tutto a favore del regime alimentare americano ricco di cibo spazzatura e caratterizzato da una vita sedentaria.
Gli americani mangiano senza dubbio della carne che è veleno, e sono intossicati nel corpo da chili e chili di zucchero, bevande zuccherate, grassi saturi e additivi industriali di ogni genere!

La salute intestinale dell’americano medio è scandalosa, e considerando che nell’ intestino risiede il 70% del sistema immunitario,è logico che sono predisposti maggiormente a tumori e molte altre patologie.

In questo caso i dati dell’OMS tornano.
L’obesità è il principale fattore di morte.
La gente acquista prodotti al supermercato di ogni tipo e non controlla mai le etichette, ignorando di fatto cosa mangia. Patatine, merendine confezionate, saikebon star, Nutella, e tanti altri di questi ”nutrienti” sono la prima cosa da escludere.
Sembra quasi, a mio avviso, che questo polverone della carne sia sollevato unicamente per distrarci da tutti gli altri fattori che ci causano la morte.
Bisogna saper leggere e ben interpretare le parole di chi conduce gli studi, e quelli delle carni sono stati condotti su americani obesi.
Si sa che in America gli animali vengono trattati con ormoni per aumentare la loro massa e vendere di più, ma in Italia questa pratica è abolita.
Quando si acquista la carne, bisogna affidarsi a persone che danno da mangiare alimenti genuini e allevano con cura gli animali.
Non critico chi per etica e altre motivazioni, non mangia carne, io stessa per intolleranze personali ho smesso di mangiarla privilegiando il pesce, ma non voglio neanche svalutare le carni buone come ad esempio quelle della tradizione sarda.
Quando ci rechiamo al supermercato, dove la carne deriva solitamente da tutta europa, è sempre meglio evitare di acquistarla.
Per quanto riguarda wurstel e carni lavorate da supermercato, si sa da tempo che contengono di tutto.
Da anni si dice che il rapporto tra carni e cancro è causato da tre fattori:

1) presenza di nitriti come conservanti delle carni lavorate come salumi e insaccati, che si trasformano in nitrosamine cancerogene;

2) cottura con bruciatura, che produce composti cancerogeni (e che riguarda anche molti altri alimenti);

3) presenza di estrogeni come fattore di aumento del peso dell’animale, in carni non italiane (in Italia è pratica vietata) o di bassa qualità.
Qual è dunque la soluzione per una vita sana?
La soluzione sta nel praticare sport, mangiare equilibrato come dice la dieta mediterranea ed escludendo i cibi spazzatura (patatine, merendine, gelati confezionati, pizza soprattutto se surgelata ecc), evitando i fast food, le bevande gasate e ultra zuccherate e i prodotti ”light”.
Se non seguiamo questo regime di vita, siamo sulla buona strada per diventare come gli americani, anche rinunciando alla carne, come vedete, ci sono moltissimi altri validi fattori che causano la morte.


Dott.ssa Giulia Spano (Scienze motorie e sportive)