amatestessa

Il benessere prima di tutto!


Lascia un commento

Dimagrire velocemente con le Tute Brucia Grassi!

-POP (14)

In commercio esistono dei prodotti, tra cui le conosciutissime tute in nylon, che promettono di farti perdere peso in poco tempo.

Questi prodotti ”magici” danno una  speranza a tutte quelle persone che vorrebbero perdere peso senza faticare.

Dopo l’acquisto del prodotto ed il suo primissimo utilizzo, sembra che tutto vada per il verso giusto: dopo un’ora di attività fisica indossando queste tute speciali, il peso cala di 1 Kg.

Quindi il prodotto funziona veramente?

No, perché si perde peso nella maniera sbagliata.

Infatti, dopo aver reintegrato i liquidi, ci si ritrova al numeretto di partenza. Questo sta a dimostrare che l’unica cosa che avete perso in quest’ora di workout sono liquidi in eccesso, compromettendo gravemente il vostro stato di salute.

Sfatiamo il famoso mito delle goccioline di grasso che evaporano dal corpo!

In conclusione cosa comporta l’utilizzo di questi prodotti?

  • Nessuna perdita di peso a lungo termine;
  • Eccessiva disidratazione;
  • Ipertermia o colpo di calore;
  • Nausea;
  • Vomiti;
  • Attacchi cardiaci.

Una severa disidratazione è potenzialmente fatale, dunque allenatevi nel modo giusto affidandovi a delle persone competenti!

Per saperne di più guarda questo video:


Per maggiori informazioni e richiesta di una prima seduta di valutazione, puoi contattarmi al seguente indirizzo e-mail :

giulia._.spano@live.it


Lascia un commento

Culotte de Chevals: come eliminarle?

 

pop-9

Un problema che affligge molte donne, proprio per il fatto che è insito nella natura femminile, è l’accumulo di grasso nella zona trocanterica, meglio conosciuto come ”culotte de chevals”.

Ci sono donne che sono maggiormente predisposte ad accumulare adipe in questa zona e donne che lo sono di meno. Dipendendo da un fattore genetico, risulta molto complesso eliminarle, nonostante una persona si impegni a seguire uno stile di vita attivo e un’alimentazione curata.

Il corpo della donna è stato creato per poter affrontare il periodo difficile della gravidanza, durante il quale bisogna nutrire e accudire un’altra vita. Per tale motivo la donna rispetto all’uomo possiede una maggiore percentuale di grasso corporeo.

Nonostante la difficoltà nell’eliminare questo grasso localizzato, si può comunque ottenere una sua riduzione, seguendo i seguenti punti:

  1. Alimentazione sana;
  2. Attività fisica;
  3. Utilizzare calzature adeguate;
  4. Non fumare;
  5. Non bere alcolici;
  6. Adeguata idratazione;
  7. Ridurre lo stress.
  8. Dormire  7-8 ore.

Per saperne di più guarda questo video:


Per maggiori informazioni e richiesta di una prima seduta di valutazione, puoi contattarmi al seguente indirizzo e-mail :

giulia._.spano@live.it


1 Commento

Il Peso è Soltanto un Numero!

Quando si avvicina l’estate, la maggior parte del genere femminile, decide di intraprendere un allenamento:  c’è chi decide di affidarsi a un personal trainer,oppure c’è chi si affida agli ormai spopolati esercizi ”fatti in casa” seguendo delle guide generali, al fine di arrivare soddisfatte alla prova costume!

L’entusiasmo si fa sentire sin dal primo allenamento, che anche se tosto, viene affrontato con grande determinazione, ma col passare delle settimane, chi non vede i risultati sperati, abbandona tutto il lavoro fatto e si arrende alla bilancia.

Quest’ultima pare sia, nonostante il fisico di una persona risulti visibilmente allenato e dunque in salute, l’unica verità assoluta: se il peso che appare non è quello tanto desiderato, nascono malumori, e solitamente si abbandona l’esercizio fisico per piangersi addosso.

Queste donne però, non sanno che in realtà l’incremento del peso, è dato dall’incremento muscolare, il che è un fattore totalmente positivo!

Il grasso infatti, ha un minor peso specifico rispetto al muscolo, per cui il fatto che il peso sia stabile o addirittura aumenti non vuol necessariamente dire che non stiate perdendo grasso.

Quindi armatevi di forza e continuate a lavorare su voi stesse, per ottenere il corpo che desiderate, forte, tonico e  in salute!


 I miei contatti:
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/withlove
GOOGLE+ : https://plus.google.com/u/0/+WithLove
PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/pages/Amates
INSTAGRAM: http://instagram.com/withlovegiulietta
TWITTER: https://twitter.com/GiuliaSpanoArt
BLOG WORDPRESS: http://www.amatestessa.com
PLAYLIST AMATESTESSA: https://www.youtube.com/watch?v=TlXFu
PLAYLIST TAG: https://www.youtube.com/watch?v=NdECw
PLAYLIST OUTFIT: https://www.youtube.com/playlist?list
PLAYLIST VIDEO CUCINA: https://www.youtube.com/playlist?list
PLAYLIST CHIACCHERICCI VARI: https://www.youtube.com/watch?v=yFPNC
SE NON L’AVETE ANCORA FATTO, ISCRIVETEVI AL MIO CANALE! ****************************************­­­­­­***********************************­*­*
WithLoveGiulietta ❤


15 commenti

L’olio di Palma.

Buongiorno carissimi lettori,

oggi vi parlerò dell’olio di palma, il quale ha suscitato diverse liti, poiché c’è chi dice che non è dannoso e chi invece l’ha depennato senza alcun dubbio dalla sua lista della spesa.

Io come sempre mi limiterò ad esporvi la mia umile opinione sull’argomento, iniziando subito col dirvi che io faccio parte di quella categoria di persone che considera l’olio di palma dannosissimo alla nostra salute.

Perché vi chiederete?

Prima di iniziare ad esporvi le mie motivazioni, devo farvi una precisazione, ovvero devo dirvi che l’olio di palma che critico in questo articolo è quello che viene elaborato industrialmente e non quello derivato dalla semplice pianta, allo stato grezzo. Infatti tutti gli alimenti che lo contengono, o gli oli che ritroviamo nei supermercati, sono costituiti da un prodotto sottoposto alla snaturalizzazione e dunque privo di qualsiasi proprietà benefica. Le industrie infatti, al fine di rendere l’olio di palma liquido, rompendo i suoi legami saturi che ritroviamo nella pianta allo stato naturale, lo sottopone ad altissime temperature che comportano la perdita dell’unico costituente genuino dell’olio di palma, che si manifesta per il suo colore rossastro. Infatti se andiamo a comprare l’olio di palma, lo ritroviamo sempre e solo in forma giallastra proprio perché per essere allo stato liquido, è stato privato delle sue sostanze benefiche, le quali lo rendevano molto più sano e genuino anche se ricchissimo di grassi saturi che fanno male alla salute, soprattutto per la presenza del 47% di olio di palmisto. Essi però erano equilibrati dalla presenza di tantissimi antiossidanti che invece non sono presenti nel burro, che come detto, una volta trattati sono andati perduti.

Dunque allo stato grazzo l’olio di palma non è un toccasana ma contiene molti più nutrienti rispetto che al burro. Noi come detto più volte ci ritroviamo nelle nostre case con prodotti trattati industrialmente e quindi dannosissimi allo nostra salute.

L’olio d’oliva come vi ho spiegato più volte, è un prodotto sano, ricco di legami insaturi e dunque un toccasana per la nostra vita, nonchè più costoso per le industrie, le quali lo tralasciano offrendoci il carissimo olio di palma industriale.

Le merendine, il cacao, il cioccolato, i biscotti e tantissime altre cose confezionate, contengono questo elemento dannosissimo. Dovremo stare più attenti a ciò che compriamo al fine di evitare un futuro che si prospetta pieno di malattie cardiovascolari e metaboliche, dopotutto facendo finta di niente e continuando ad acquistare i prodotti trattati industrialmente, facciamo solo un favore alle industrie che di conseguenza continuano ad arricchirsi a discapito delle nostre vite. Impariamo ad avere più rispetto per noi stessi e ad amarci un po’ di più. Non continuiamo a vivere nell’ignoranza, al giorno d’oggi non possiamo più permettercelo. 

Io spero vivamente di avervi ancora una volta aperto gli occhi e ad incentivarvi a cambiare stile di vita.

Vi linko il mio canale youtube dove potrete trovare argomenti sulla nostra salute, ma anche tanto divertimento e chicchere. Se lo trovate di vostro gradimento, iscrivetevi per poter essere sempre aggiornati sui nuovi video.

CLICCA SULLA FOTO PER ACCEDERE AL CANALE

Schermata da 2014-11-18 07:44:39

A presto,

WithLoveGiulietta ❤


13 commenti

La cellulite e la ritenzione idrica.

La cellulite è un inestetismo della pelle che si manifesta con il cosidetto aspetto a buccia d’arancia, ed è un problema che nasce dallo strato del tessuto connettivale: si tratta di un aumento di volume delle cellule adipose, in zone specifiche e circoscritte del corpo come le cosce, i glutei e i fianchi.

La cellulite è forse l’inestetismo più odiato dalle donne, che colpisce sia soggetti magri che soggetti più in carne.

Una strategia alimentare mirata è comunque in grado di ridurre il grasso in eccesso ed insieme ad esso buona parte della cellulite, il tutto ovviamente affiancato allo sport e all’utilizzo di trattamenti di bellezza calibrati, che riescono a sconfiggere definitivamente la tanto odiata cellulite.
Esistono tre tipologie di cellulite a seconda del loro stadio di avanzamento:

– stadio 1: provoca edema, cioè un accumulo di liquidi, presente all’interno del tessuto adiposo soprattutto in corrispondenza di caviglie, polpacci, cosce e braccia.

– stadio 2: si ha un aumento del tessuto connettivo ed un indurimento dell’adipe con conseguente formazione di tanti piccoli noduli (la cosiddetta pelle a buccia d’arancia).

– stadio 3: scaturisce un indurimento e raffreddamento del tessuto, con noduli di grandi dimensioni spesso cause di forte dolore.
Prima di vedere le cause e i rimedi, voglio parlarvi della differenza sostanziale tra cellulite e ritenzione idrica, le quali vengono spesso confuse, ma che in realtà hanno un fondamento fisiologico nettamente differente:
– LA CELLULITE. Come abbiamo visto, è un’ alterazione dei tessuti sottocutanei che porta all’accumulo di liquidi e tossine metaboliche tra una cellula e l’altra e che, nella maggior parte dei casi, diventa visibile anche in superficie;

-LA RITENZIONE IDRICA. È la  è la tendenza ad accumulare liquidi in eccesso tra le cellule per via di un malfunzionamento del sistema venoso e linfatico. Questo deriva proprio uno squilibrio tra la quantità di potassio che si trova all’interno delle cellule e la quantità di sodio, che invece sta all’esterno di esso. Uno squilibrio di questi due sali comporta il trattenimento di acqua per ottenere una diluzione normale, comportando un rigonfiamento.

Svelata la differenza tra le due problematiche più odiate dalle donne, vediamo ora le cause e i rimedi che risultano, invece, essere uguali per entrambe.
LE CAUSE: Sedentarietà, dieta ipocalorica con basso apporto proteico, intolleranze alimentari, alcuni farmaci come la pillola contraccettiva e accumulo di tossine.

Ma perché si forma la cellulite, e perché è un inestetismo quasi esclusivamente femminile? La cellulite è provocata da un insieme di cause e fattori, ma la causa principale è l’azione degli estrogeni, ovvero gli ormoni sessuali femminili, elemento che spiega la predilezione che la cellulite ha per le donne.

Gli estrogeni favoriscono la ritenzione di liquidi e quindi contribuiscono ad innescare un processo di aumento di volume e rottura delle cellule adipose, che vanno a spandere il loro contenuto di trigliceridi tra le cellule circostanti, creando malfunzionamenti nel microcircolo e rigonfiamenti del tessuto adiposo.
LE CURE:

– Attività fisica regolare soprattutto quella aerobica (corsa, nuoto, bici) che stimola l’apparato respiratorio e cardiocircolatorio, attivando così anche la microcircolazione, quindi il sistema venoso e linfatico.

Trattamenti estetici specifici poco sodio e molta acqua, dieta ricca di liquidi ed equilibrata, ovvero massaggi in grado di stimolare e attivare il sistema venoso e linfatico che se abbinati ai precedenti rimedi possono essere un ulteriore aiuto.

– Alimentazione, di cui adesso vediamo in modo più approfondito nel seguente link:

https://docs.google.com/document/d/17j4QKuOYsTzFHJmkHjiruHWaA44RhJR-QLU4TNnqqjo/edit?usp=sharing

 

Con questo vi saluto, a presto

WithLoveGiulietta ❤