amatestessa

Il benessere prima di tutto!


1 Commento

Lo sciroppo di glucosio-fruttosio: fa male?

TROPPO

La spesa al supermercato deve sempre avere alla base la consapevolezza nelle nostre scelte alimentari. Scegliere un prodotto consapevolmente, si può fare leggendo attentamente tutti gli ingredienti collocati sul retro della confezione.

Nella maggior parte dei casi, infatti, ci si lascia facilmente ingannare dalla copertina del prodotto, ricca di colori sgargianti, bei disegni e false promesse.

Perché parlo di “false promesse”?

Semplicemente per il fatto che se nella copertina c’è scritto ” senza grassi”, “senza olio di palma” e via dicendo, in realtà leggendo quelle piccole parole sul retro della confezione, si scopre che il prodotto in questione contiene gli ingredienti che diceva di non avere o addirittura è costituito da elementi ben peggiori!

Lo sciroppo di glucosio-fruttosio è molto simile al miele, ma deriva dalla lavorazione del mais. Attraverso il processo di idrolisi, l’amido di mais viene scisso in molecole di glucosio e fruttosio.

Questo processo si verifica per via enzimatica, producendo lo sciroppo di glucosio per via degli enzimi ”alfa-amilasi” e ”gluco-amilasi”.

Questi due enzimi scindono l’amido di mais e permettono la formazione di questi due zuccheri più semplici. Allo sciroppo di glucosio si aggiunge anche un altro enzima che ci permette di scindere ulteriormente il glucosio in fruttosio.

La scissione dell’amido di mais porta alla formazione di un composto costituito dal 42% da glucosio, dal 50% dal fruttosio e il rimanente da maltosio e altri disaccaridi.

Questo sciroppo di glucosio è una presa in giro e dev’essere evitata!

Per saperne di più guarda questo video:


Per maggiori informazioni e richiesta di una prima seduta di valutazione, puoi contattarmi al seguente indirizzo e-mail :

giulia._.spano@live.it


Lascia un commento

I dolcificanti fanno male alla salute.

sugar-1512276_1920

Il sistema economico ha un potere enorme sulle nostre vite, tanto che attraverso i prodotti che acquistiamo ogni giorno al supermercato, siamo costantemente manipolati.

Alle industrie non interessa fare del bene e di conseguenza mettono al primo posto il guadagno, offrendoci degli ”alimenti” privi di sostanza nutritiva, che noi acquistiamo senza porci alcuna domanda a riguardo. Nel frattempo l’azienda si arricchisce alle nostre spalle.

Come dissi in molti articoli, lo zucchero semolato è stato sottoposto a un processo di raffinazione tale da privarlo di ogni proprietà nutritiva e quindi è come mangiare veleno. Per tale motivo è sempre meglio acquistare lo zucchero di canna integrale, che non è stato sottoposto ad alcun cambiamento della sua composizione nutrizionale.

Tra gli ingredienti che ledono alla nostra salute, ci sono i dolcificanti ( come il fruttosio), anch’essi utilizzati dalle industrie alimentari per rendere più dolci i prodotti a poco prezzo, creando anche una sorta di dipendenza e quindi maggiore domanda da parte del popolo.

Le persone che acquistano maggiormente i prodotti così detti ”light”, ovvero privi di zucchero ma ricchi di dolcificante, sono le persone affette da sindrome metabolica, al diabete o chi semplicemente desidera perdere i kg in eccesso.

Queste persone vengono ingannate e la loro salute è messa maggiormente a rischio dai giochetti delle industrie.

Tra i dolcificanti più acquistati vi è il fruttosio, il quale come gli altri dolcificanti artificiali, causa obesità e irregolare produzione dell’insulina, alla pari dello zucchero. Inoltre, la flora intestinale viene alterata e di conseguenza la salute dell’uomo.

La differenza tra il fruttosio contenuto nella frutta, che è naturale, rispetto a quello chimico è immensa. Il fruttosio è una vera e propria presa in giro così come gli altri dolcificanti artificiali.

Sappiamo benissimo che lo zucchero crea una forte indipendenza nell’organismo, perché più ne assumiamo più ne vogliamo. Inoltre, lo zucchero possiede una grande quantità di calorie e porta ad ingrassare.

Le aziende ci fanno credere che il fruttosio, ci permette di rendere i prodotti gustosi, ma senza farci aumentare di peso, il che ovviamente dona false speranze a tutte le persone prima citate.

Qual è la realtà dei fatti?

Il fruttosio è un componente dello zucchero bianco, quindi deriva proprio da esso, ma quello che non ci dicono è che ci causa danni estremamente maggiori dello stesso saccarosio.

Il nostro organismo, quando riceve il saccarosio, lo elabora e lo sintetizza per poi assimilarlo. Quando, invece, introduciamo nel nostro organismo il fruttosio, non viene elaborato come il saccarosio e di conseguenza il nostro corpo lo assimila subito. In questo modo si produce una quantità altissima di trigliceridi (grassi). Possiamo dunque ben capire che invece di far dimagrire fa ingrassare ancor di più.

In che modo ci fa ingrassare?

Blocca la produzione della leptina, ormone che il nostro corpo produce per dare un senso di sazietà. Quindi significa che chi mangia i prodotti light ha ancora più fame di prima. Come se non bastasse, l’eccesso di fruttosio diminuisce il colesterolo buono e aumenta quello cattivo.

Per saperne di più guarda questo video:


Per maggiori informazioni e richiesta di una prima seduta di valutazione, puoi contattarmi al seguente indirizzo e-mail :

giulia._.spano@live.it


3 commenti

Lo Scirippo d’Agave.

Buongiorno a tutti,

sono tornata per parlarvi di questo nuovo argomento. Sono stata ispirata da una mia amica che purtroppo ne faceva uso, affidandosi alle colossali bugie delle multinazionali.

Ormai tutti noi sappiamo benissimo che lo zucchero semolato fa malissimo alla nostra salute, per via dei processi di lavorazione a cui è sottoposto. Per questo motivo sono nati tantissimi sostituti al fine di migliorare la nostra vita, ma pochi sono realmente validi, in quanto nonostante vengano venduti in supermercati biologici e sia garantita la loro affidabilità, non sempre è vero!

Io vi consiglio vivamente due sostituti imbattibili sino a oggi: lo zucchero di canna che essendo grezzo non è sottoposto a processi chimici e il miele, prodotto naturalissimo e ricco di tante proprietà nutritive, il top del top!

Dopo questa premessa, vi spiego il perché del mio accanimento contro lo sciroppo d’agave:

le sue origini sono antichissime, essendo utilizzati anche dagli Aztechi, dopo essere stato estratto dalla sua pianta, ovvero l’Agave Tequiliana Weber, di origine messicana. Il problema principale è che purtroppo dopo la sua estrazione, è sottoposto a una miriade di processi industriali che lo privano delle sue proprietà sottoponendolo ad altissime temperature: sali minerali, vitamine ecc, vengono completamente distrutti e inoltre viene introdotta un’eccessiva quantità di fruttosio, il che aggrava ancora di più la situazione.

Lo sciroppo d’agave diviene indubbiamente un concentrato di veleno, che contiene maggior quantità di fruttosio rispetto a ogni tipo di dolcificante sul mercato. Questo varia da marca a marca, in percentuali che vanno dal 70 al 97%, rispetto al fruttosio stesso che viene venduto sotto forma di dolcificante, il quale ha invece contenuti intorno al 55%. UNA VERA E PROPRIA PRESA IN GIRO PER CHI ANCORA SI AFFIDA ALLE COMPETENZE INDUSTRIALI.

Ingerire una grande quantità di fruttosio, provoca a lungo andare l’insorgere di malattie come il diabete. aumento colesterolo, difficoltà cardiocircolatorie e così via.

Concludo invitandovi vivamente ad abolire lo sciroppo d’agave dalla vostra lista di alimenti fidati. 

Buona giornata a tutti,

WithLoveGiulietta ❤