amatestessa

Il benessere prima di tutto!


Lascia un commento

LE VITAMINE IDROSOLUBILI: LA COBALAMINA.

PER SAPERNE DI PIÙ CLICCA LA FOTO:

Schermata da 2014-11-18 07:44:39

Le vitamine sono essenziali nel nostro organismo e devono essere integrate attraverso un corretto regime alimentare, al fine di poterne possedere sempre nelle giuste dosi e non andare mai incontro ai gravi problemi che ne comporta la loro carenza.

Le vitamine idrosolubili, prendono questo nome, poiché sono solubili nei composti acquosi, a differenza delle liposolubili.

Le possiamo trovare come costituenti di alimenti vegetali e anche nella frutta. Il fabbisogno di vitamine è molto basso e quello che viene assunto in eccesso viene eliminato dal nostro organismo, per mezzo dei reni.

A cosa servono?

La loro struttura viene modificata, trasformandole in coenzimi, i quali funzionano solo associati agli enzimi, dando vita al così detto oloenzima.

Le vitamine idrosolubili, appartengono al gruppo B (sono 8 in tutto) e la vitamina C. Svolgono una funzione vitale nel metabolismo energetico e nella proliferazione e differenziazione cellulare.

OGGI VI PARLERÒ DELLA BIOTINA, CONOSCIUTA ANCHE COME VITAMINA B12!

La cobalamina

per mezzo dei suoi coenzimi (5-deossiadenosilcobalamina e metilcobalamina) partecipa a 3 tipi di rezioni:

  • riarrangiamento intermolecolare

  • riduzione del ribosio a deossiribosio

  • trasporto di gruppi metilici

Si tratta di una vitamina sensibile alla luce, costituita da una molecola di cobalto.

L’assorbimento di questo nutriente, si caratterizza per la sua lentezza, che si aggira intorno a una durata che va da 8 a 12 ore.

Come prima fase viene depositata nel fegato. Essendo difficile il suo assorbimento da parte della membrana cellulare, per via della sua solubilità nel solvente acquoso, si lega a un fattore intrinseco, il quale viene decifrato dai globuli rossi e per endocitosi viene trasportata all’interno della membrana.

Qual è la sua funzione?

reazione di transmetizzazione e isomerizzazione.

Cosa provoca la sua carenza?

anemia perniciosa. Può colpire nei casi più gravi anche il sistema nervoso con demielinizzazione delle fibre nervose del midollo spinale.

La possiamo ritrovare in fonti alimentari come il fegato, il rene, le uova e il formaggio.

WithLoveGiulietta ❤

Annunci