amatestessa

Il benessere prima di tutto!

TROPPO SALE FA MALE!

Lascia un commento

L’industrializzazione ha apportato, come ben sappiamo, una quantità indefinibile di cambiamenti, nello stile di vita della nostra specie.

Per quanto riguarda il settore alimentare, l’uomo è diventato schiavo di tantissime sostanze, che assume anche consapevolmente, in quantità tossiche per il nostro organismo.

Il sale è una di queste famigerate sostanze: è utilizzato per insaporire i piatti, poiché da quel tocco in

più ricercato dal nostro palato, ma come per tutte le cose, tendiamo a eccedere nell’utilizzo, provocando gravi conseguenze al nostro corpo.

C’è una sottile linea tra la quantità di sale assunto e l’incisione di malattie cardiovascolari: diversi studi hanno confermato senza dubbio alcuno, che le persone che assumono meno di 3g al giorno di sale, non presentano in futuro, gli stessi problemi di ipertensione arteriosa che si manifestano invece, con l’avanzare dell’età, nei soggetti che ne assumono anche 20g al giorno.

I benefici sorti da una dieta povera di sale, furono attestati già nei primi anni del ‘900 ma consolidati con la massima certezza nel 1948 dalla ricerca del dottor Kempner. Egli sottopose 500 individui ad una assunzione quotidiana di soli 0,3g al giorno di sale e i risultati che ne derivarono sono davvero interessanti: non solo derivarono benefici nella pressione, ma persino il cuore stesso ridusse le sue dimensioni per via del minor affaticamento e l’ECG risultò stabile.

In poche parole possiamo accertare che anche una riduzione modesta di sale e dunque di pressione arteriosa, può ridurre l’insorgenza futura di malattie cardiovascolari. Se si riduce semplicemente di 2 mmHg (diastolica) e di 5 mmHg ( sistolica), il rischio vascolare si riduce dal 6 al 15%. Insomma sono dati da non trascurare assolutamente!

Altre malattie che possono derivare dall’assunzione preponderante di sale sono: tumore allo stomaco e osteoporosi, ritenzione idrica e cellulite.

ARTICOLO SULLA CELLULITE E RITENZIONE IDRICA: https://amatestessa.com/2014/10/01/la-cellulite-e-la-ritenzione-idrica/

VIDEO SULLA CELLULITE E RITENZIONE IDRICA:

L’osteoporosi, deriva dal fatto che troppo sale, contrasta l’assorbimento di calcio dalle nostre ossa e dunque un inevitabile indebolimento.

In conclusione vi invito a dosare con cura ogni elemento nella vostra alimentazione, poiché il nostro palato è in grado di adattarsi a ogni cambiamento ma soprattutto per amore di noi stessi e di chi ci circonda.

I miei contatti:
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/withlove
GOOGLE+ : https://plus.google.com/u/0/+WithLove
PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/pages/Amates
INSTAGRAM: http://instagram.com/withlovegiulietta
TWITTER: https://twitter.com/GiuliaSpanoArt
BLOG WORDPRESS: http://www.amatestessa.com
PLAYLIST AMATESTESSA: https://www.youtube.com/watch?v=TlXFu
PLAYLIST TAG: https://www.youtube.com/watch?v=NdECw
PLAYLIST OUTFIT: https://www.youtube.com/playlist?list
PLAYLIST VIDEO CUCINA: https://www.youtube.com/playlist?list
PLAYLIST CHIACCHERICCI VARI: https://www.youtube.com/watch?v=yFPNC
SE NON L’AVETE ANCORA FATTO, ISCRIVETEVI AL MIO CANALE! ****************************************­­­­*************************************
WithLoveGiulietta<3

Annunci

Autore: Dott.ssa Giulia Spano

''Amante del benessere psico-fisico, ho reso lo sport e la sana alimentazione il centro della mia vita. Credo fermamente che l'amore per se stessi venga prima di ogni altra cosa e voglio trasmettere i miei principi a più persone possibili. Proprio per questo sono LAUREATA in scienze delle attività motorie e sportive e possiedo un blog e un canale YT in cui parlo di queste tematiche''

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...