amatestessa

Il benessere prima di tutto!


Lascia un commento

TROPPO SALE FA MALE!

L’industrializzazione ha apportato, come ben sappiamo, una quantità indefinibile di cambiamenti, nello stile di vita della nostra specie.

Per quanto riguarda il settore alimentare, l’uomo è diventato schiavo di tantissime sostanze, che assume anche consapevolmente, in quantità tossiche per il nostro organismo.

Il sale è una di queste famigerate sostanze: è utilizzato per insaporire i piatti, poiché da quel tocco in

più ricercato dal nostro palato, ma come per tutte le cose, tendiamo a eccedere nell’utilizzo, provocando gravi conseguenze al nostro corpo.

C’è una sottile linea tra la quantità di sale assunto e l’incisione di malattie cardiovascolari: diversi studi hanno confermato senza dubbio alcuno, che le persone che assumono meno di 3g al giorno di sale, non presentano in futuro, gli stessi problemi di ipertensione arteriosa che si manifestano invece, con l’avanzare dell’età, nei soggetti che ne assumono anche 20g al giorno.

I benefici sorti da una dieta povera di sale, furono attestati già nei primi anni del ‘900 ma consolidati con la massima certezza nel 1948 dalla ricerca del dottor Kempner. Egli sottopose 500 individui ad una assunzione quotidiana di soli 0,3g al giorno di sale e i risultati che ne derivarono sono davvero interessanti: non solo derivarono benefici nella pressione, ma persino il cuore stesso ridusse le sue dimensioni per via del minor affaticamento e l’ECG risultò stabile.

In poche parole possiamo accertare che anche una riduzione modesta di sale e dunque di pressione arteriosa, può ridurre l’insorgenza futura di malattie cardiovascolari. Se si riduce semplicemente di 2 mmHg (diastolica) e di 5 mmHg ( sistolica), il rischio vascolare si riduce dal 6 al 15%. Insomma sono dati da non trascurare assolutamente!

Altre malattie che possono derivare dall’assunzione preponderante di sale sono: tumore allo stomaco e osteoporosi, ritenzione idrica e cellulite.

ARTICOLO SULLA CELLULITE E RITENZIONE IDRICA: https://amatestessa.com/2014/10/01/la-cellulite-e-la-ritenzione-idrica/

VIDEO SULLA CELLULITE E RITENZIONE IDRICA:

L’osteoporosi, deriva dal fatto che troppo sale, contrasta l’assorbimento di calcio dalle nostre ossa e dunque un inevitabile indebolimento.

In conclusione vi invito a dosare con cura ogni elemento nella vostra alimentazione, poiché il nostro palato è in grado di adattarsi a ogni cambiamento ma soprattutto per amore di noi stessi e di chi ci circonda.

I miei contatti:
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/withlove
GOOGLE+ : https://plus.google.com/u/0/+WithLove
PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/pages/Amates
INSTAGRAM: http://instagram.com/withlovegiulietta
TWITTER: https://twitter.com/GiuliaSpanoArt
BLOG WORDPRESS: http://www.amatestessa.com
PLAYLIST AMATESTESSA: https://www.youtube.com/watch?v=TlXFu
PLAYLIST TAG: https://www.youtube.com/watch?v=NdECw
PLAYLIST OUTFIT: https://www.youtube.com/playlist?list
PLAYLIST VIDEO CUCINA: https://www.youtube.com/playlist?list
PLAYLIST CHIACCHERICCI VARI: https://www.youtube.com/watch?v=yFPNC
SE NON L’AVETE ANCORA FATTO, ISCRIVETEVI AL MIO CANALE! ****************************************­­­­*************************************
WithLoveGiulietta<3

Annunci


Lascia un commento

Gelato al cioccolato senza gelatiera, Vegan!

Buongiorno a tutti miei carissimi lettori,

eccomi qui a proporvi una gustosa ricettina, che si adatta perfettamente al clima di questo periodo.

Oltre a essere una ricetta super golosa, essendo priva di uova e latte vaccino, ci permette di concederci uno sfizio quotidiano senza sensi di colpa!

Inoltre, essendo un gelato made home ha diversi vantaggi:

– puoi farlo quando vuoi;
– risparmi per via degli ingredienti a basso costo;

– non necessita di gelatiera;

– è privo di coloranti artificiali e di tutte quelle sostanze dannosissime presenti nei gelati confezionati, ma anche in quelle gelaterie artigianali che spesso usano solo grassi vegetali ( tra cui olio di palma ) e zucchero semolato;

Se vuoi saperne di più sull’olio di palma e sugli ingredienti con cui le aziende ci uccidono, clicca nei seguenti link:

OLIO DI PALMA ARTICOLO: https://amatestessa.com/2014/12/14/lolio-di-palma/

OLIO DI PALMA VIDEO:

GLI INGREDIENTI CON CUI LE AZIENDE CI UCCIDONO(PARTE1) ARTICOLO: https://amatestessa.com/2015/01/17/gli-ingredienti-con-cui-le-industrie-ci-stanno-uccidendo/

GLI INGREDIENTI CON CUI LE AZIENDE CI UCCIDONO(PARTE1) VIDEO:

GLI INGREDIENTI CON CUI LE AZIENDE CI UCCIDONO(PARTE2) ARTICOLO: https://amatestessa.com/2015/01/18/gli-ingredienti-con-cui-le-industrie-ci-stanno-uccidendo-parte-2/

GLI INGREDIENTI CON CUI LE AZIENDE CI UCCIDONO(PARTE2) VIDEO:

– è un gelato adatto a tutti.

Dopo questa premessa invitante, sono sicurissima che non vedete l’ora di conoscere gli ingredienti e la preparazione, quindi andiamo subito a vederli nel dettaglio!

INGREDIENTI ( per 4 persone):

– 200g di cioccolato Fondente ( possibilmente biologico): il nostro carissimo cioccolato, in particolar modo se extra-fondente, per via della sua composizione di cacao e del suo elevato contenuto di bioflavonoidi, dilata le arterie e di favorisce la circolazione del 10% se assunto quotidianamente;

– 200 ml di latte vegetale (soia o riso, o mandorle). Se vuoi saperne di più sui latti vegetali clicca qui

ARTICOLO ( https://amatestessa.com/2015/04/14/il-latte-vegetale-una-valida-alternativa-se-scelto-con-cura/
VIDEO (

);

– 200 ml di panna vegetale;

– 150 gr di zucchero di canna. Se vuoi sapere perchè scegliere lo zucchero di canna piuttosto che quello semolato clicca qui

ARTICOLO ( https://amatestessa.com/2014/11/26/lo-zucchero-semolato/ )

VIDEO (

)

PREPARAZIONE ( 10 minuti + 4-6 ore di raffreddamento):
– spezzettate il cioccolato fondente in una ciotola,
– scioglieta il cioccolato a bagno maria,
– versatelo in un pentolino insieme al latte vegetale che preferite e fatelo scaldare,
– dopo qualche minuto aggiungete anche la panna vegetale e lo zucchero di canna,
– portate a bollore e poi spegnete e lasciate raffreddare,
– una volta che il composto ha raggiunto la temperatura ambiente, versatelo in una vaschetta e mettetelo in freezer,
– dovrete lasciarla lì a riposare per 4-6 ore. Nelle prime tre ore, ogni ora, andate a mescolare il composto per evitare che si formino cristalli di ghiaccio e addensamenti. Potete aiutarvi anche con un mixer a immersione per rendere tutto più omogeneo.
 

Ed ecco a voi un gelato super saporito da gustare senza sensi di colpa e soprattutto sanissimo e adatto a chi è vegano 🙂

I miei contatti:
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/withlove
GOOGLE+ : https://plus.google.com/u/0/+WithLove
PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/pages/Amates
INSTAGRAM: http://instagram.com/withlovegiulietta
TWITTER: https://twitter.com/GiuliaSpanoArt
BLOG WORDPRESS: http://www.amatestessa.com
PLAYLIST AMATESTESSA: https://www.youtube.com/watch?v=TlXFu
PLAYLIST TAG: https://www.youtube.com/watch?v=NdECw
PLAYLIST OUTFIT: https://www.youtube.com/playlist?list
PLAYLIST VIDEO CUCINA: https://www.youtube.com/playlist?list
PLAYLIST CHIACCHERICCI VARI: https://www.youtube.com/watch?v=yFPNC
SE NON L’AVETE ANCORA FATTO, ISCRIVETEVI AL MIO CANALE! ****************************************­­­­*************************************
WithLoveGiulietta<3

Fonti:

http://www.leitv.it/100-green-kitchen/ricette/gelato-cioccolato-vegano-ricetta-facile/

http://www.vegolosi.it/ricette/gelato-vegano/


1 Commento

Il latte vegetale: una valida alternativa se scelto con cura!

Buongiorno miei carissimi lettori e ben tornati nel mio blog Amatestessa.

L’articolo di oggi tratterà delle tipologie di latti vegetali, che considero una salutare nonché validissima alternativa al latte vaccino, il quale come sappiamo, oltre a non essere nell’alimentazione vegana, provoca intolleranza a moltissimi individui.

Perché rinunciare a un’ottima tazza di latte, caldo o fresco, di prima mattina?

La scelta tra i latti vegetali è vasta: dai cereali come l’avena e il kamut, alla frutta secca come nocciole e mandorle.

In tal modo oltre che cambiare sapori, per nostro gusto personale, anche il nostro organismo trae vantaggio dalla variazione alimentare.

Prima di descrivervi le diversità di ognuna di queste bevande, che si possono gustare sia calde che fredde, voglio esprimere un mio parere personale: inizialmente ero scettica nei confronti del latte vegetale, perché non mi entusiasmava molto l’idea di dover bere, ad esempio, latte di riso, considerando che da anni mangio risotti di ogni tipo e l’idea di berlo sotto forma di latte era veramente strana. Anche per l’avena, il kamut e gli altri cereali, ci sono andata piano, perché contengono anche olio di girasole, il che mi straniva ancora di più, per quanto riguarda la mia concezione personale di alimentazione.

I miei ideali sono mutati immediatamente già dal secondo giorno: il sapore è buonissimo, soprattutto se dolcificato col miele, e la pesantezza e acidità di stomaco che mi generavano i latti di derivazione animale non si sono mai presentati in questi due mesi!

Sono veramente soddisfatta di questo cambiamento e spero di poter illuminare anche chi tra di voi non ha ancora provato queste prelibatezze.

Detto questo, andiamo ad analizzare le tipologie di latte vegetale sul mercato:

Latte di soia:

La soia come ben sappiamo, è uno degli alimenti che ha subito maggiori modifiche genetiche. Per legge qualsiasi alimento che contiene OGM deve essere indicato nell’etichetta, quindi state sempre bene attenti durante i vostri acquisti.

Il latte di soia è il più ricco di proteine, ed è efficace contro arteriosclerosi, poichè riduce il colesterolo cattivo (LDL).

Si tratta di un latte con grassi buoni, ovvero costituiti soprattutto da grassi poliinsaturi, compresi omega-3.

Esso inoltre contiene fibre, vitamine A, E, B, minerali: tra questi, il ferro. 

Sul mercato esistono anche delle preparazioni addizionate con calcio, il che è ottimo per non andare contro carenze.


Latte di riso

Si tratta di un latte che contiene un minor valore proteico, ma il fabbisogno proteico in una dieta equilibrata viene garantito da altri cibi.

E’ il latte che contiene prevalentemente grassi poliinsaturi, nonché fibre, vitamina A, B, D, minerali.

Il latte di riso in commercio contiene sempre oli aggiunti, solitamente di girasole. Attenzione però alla presenza di olii vegetali non meglio specificati. Va pure controllato sull’etichetta che l’olio di girasole sia spremuto a freddo e di origine biologica.


Latte di avena

Anche l’avena così come la soia è adattissima ai problemi di arteriosclerosi, perché l’avena riduce il colesterolo-LDL.

Contiene pochissime calorie poiché possiede un limitato contenuto di grassi, prevalentemente poliinsaturi, mentre contiene fibre, vitamina E e acido folico.

Anche il latte d’avena come quello di riso contiene zuccheri semplici che ci donano energia immediata e ha un basso apporto proteico.

Il latte di avena in commercio contiene sempre oli aggiunti, solitamente di girasole. Attenzione però alla presenza di olii vegetali non meglio specificati. Va pure controllato sull’etichetta che l’olio di girasole sia spremuto a freddo e di origine biologica.


Latte di mandorle

Le mandorle sono ricche di acidi grassi poliinsaturi, antiossidanti e calcio ed esercitano effetti positivi sulla salute cardiovascolare.

Povero di proteine.

Il latte di mandorle è costituito prevalentemente da grassi poliinsaturi. Il contenuto di grassi saturi è limitato, mentre contiene fibre, vitamina E e minerali.

VIDEO ALLEGATO:

FONTI: 

http://www.infolatte.it/vegetali/latti_vegetali.html

http://www.greenme.it/spazi-verdi/naturomania/498-alternative-vegetali-latte-vaccino


I miei contatti:
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/withlove
GOOGLE+ : https://plus.google.com/u/0/+WithLove
PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/pages/Amates
INSTAGRAM: http://instagram.com/withlovegiulietta
TWITTER: https://twitter.com/GiuliaSpanoArt
BLOG WORDPRESS: http://www.amatestessa.com
PLAYLIST AMATESTESSA: https://www.youtube.com/watch?v=TlXFu
PLAYLIST TAG: https://www.youtube.com/watch?v=NdECw
PLAYLIST OUTFIT: https://www.youtube.com/playlist?list
PLAYLIST VIDEO CUCINA: https://www.youtube.com/playlist?list
PLAYLIST CHIACCHERICCI VARI: https://www.youtube.com/watch?v=yFPNC
SE NON L’AVETE ANCORA FATTO, ISCRIVETEVI AL MIO CANALE! ****************************************­­­­*************************************
WithLoveGiulietta<3