amatestessa

Il benessere prima di tutto!


7 commenti

Ketchup: la salsa killer!

tomatoes-1448262_1280

La maggior parte delle persone, quando pensa al ketchup, la vede come una valida e sana alternatva rispetto alla mayonese, che risulta essere composta da molte più calorie rispetto alla salsa rossa.

In realtà, quello che bisogna conoscere di un prodotto, non sono le calorie, bensì i suoi ingredienti principali.

Vi invito sempre a leggere i miei precedenti articoli dove vi mostro la lista degli ingredienti cancerogeni che le industrie usano praticamente in tutti gli alimenti che ci offrono sul mercato:

ARTICOLO PARTE 1:

https://amatestessa.com/2015/01/17/gli-ingredienti-con-cui-le-industrie-ci-stanno-uccidendo/

VIDEO PARTE 1:

ARTICOLO PARTE 2:

https://amatestessa.com/2015/01/18/gli-ingredienti-con-cui-le-industrie-ci-stanno-uccidendo-parte-2/

VIDEO PARTE 2:

Andiamo quindi ad analizzare il ketchup nella sua composizione, considerando che ogni azienda varia qualche ingrediente, possiamo così riassumerli:

tomatoes-320860_1280

 

– Concentrato di pomodoro (77%): vedendo questo valore, la nostra mente va subito a pensare che il prodotto in sè non è poi così male, poiché il pomodoro è un ingrediente sano e genuino. In realtà proprio questo ingrediente principale, è di origini sconosciute. Si è scoperto nel corso degli anni che il concentrato o semi-concentrato di pomodoro contenuto nel ketchup, fosse importato anche dalla Cina, contenente sostanze tossiche per gli essere umani.

– Spezie non meglio definite;

– Saccarina usata in maniera immotivata dato il già piccolo apporto calorico del prodotto;

aceto di acquavite;

– zucchero semolato: altamente cancerogeno ( ARTICOLO:  https://amatestessa.com/2014/11/26/lo-zucchero-semolato/ ) 

– amido modificato di mais: mai fidarsi degli amidi modificati!

– sale.

: glutammato monosodico: La FDA permette 20 “pseudo” nomi per esso, tra cui estratto di lievito Ajinomoto autolyzed, Vetsin, MSG, gelatina, caseinato di calcio, proteina vegetale idrolizzata (HVP), proteina testurizzata, glutammato monopotassico, idrolizzato pianta Poteina (PHP) Estratto di lievito, acido glutammico, caseinato di sodio, lievito, proteine vegetali idrolizzate, Senomyx, carragenina, aromi naturali, esaltatore di sapidità, o il numero E620, E621, E622, E623, E624, E625, E627, E631, o E635 per citarne alcuni. Solo perché un prodotto dice “No MSG” non significa che non c’è! Approfondire qui.
Sodio nitrato e nitrito di sodio (nitrosammine)
E ‘usato per fertilizzanti, esplosivi, e come solvente nell’industria della pulizia a secco. Questo ingrediente mantiene le molecole di emoglobina nel sangue di trasportare l’ossigeno ai tessuti del corpo. E ‘considerato un “super-sale” (come glutammato monosodico) aggiunto a cose come hot dog, salsicce e pancetta per aumentare la durata di conservazione, colore e sapore.
Il nitrito di sodio è usato principalmente come conservante alimentare e fissativo del colore nei prodotti a base di carne. Spesso usati in combinazione con altri sali noti nella vulcanizzazione: sali di sodio nitrito e nitrato e potassio (E249). Il suo uso impedisce intossicazione batterica, specialmente botulismo.
Gli studi da parte delle autorità sanitarie degli Stati Uniti alla fine del 1970 hanno dimostrato che l’uso di nitrito di sodio come additivo alimentare provoca il cancro.

– E211: Questo assassino furtivo si trova in quasi tutti i vasi e bottiglie, come condimento per l’insalata, sottaceti, salse, maionese, quasi tutte le bevande analcoliche e succhi di frutta, e anche in prodotti alimentari etichettati come “naturali”. Secondo uno studio del professor Peter Piper, del dipartimento di biologia molecolare e biotecnologie dell’Università di Sheffield, il sodio benzoato testato su cellule vive di lieviti distrugge aree del DNA nelle stazioni energetiche cellulari, i mitocondri.

Le conclusioni potete trarle benissimo voi stessi: la realtà è molto più grave di quello che pensiamo. Volete davvero continuare a ignorare le etichette? Io ci penserei due volte prima di farlo e se siete amanti di questa salsa, non dovete per forza rinunciarci, bensì potete produrla fatta in casa con materie prime da voi scelte accuratamente!

Diffidate dai prodotti confezionati!

 

 

 


1 Commento

Alimentazione corretta per chi soffre del morbo di Crohn.

Buongiorno miei carissimi lettori,

oggi voglio parlarvi di una patologia che colpisce l’apparato digerente di molti individui, causando sintomi molto più rilevanti della semplice stitichezza o diarrea.

Quando ci riferiamo al morbo di Crohn, infatti, stiamo parlando di una malattia infiammatoria di tipo cronico, le cui cause non sono del tutto chiare, ma ci si avvicina all’idea che derivino da una eccessiva difesa immunitaria verso antigeni che sono normalmente presenti, ma che il nostro organismo non riconosce e continua a distruggere imperterrito.

I sintomi che caratterizzano il fastidiosissimo morbo di Crohn, sono:

– Forti dolori addominali;

– Diarrea con perdite di sangue;

– Febbre;

– Malassorbimento;

– Perdita di appetito con conseguente dimagrimento.

Gli individui affetti si ritrovano costretti ad assumere notevoli quantità di cortisone e diverse tipologie di farmaci, ma i sintomi di questa malattia, si possono ridurre anche attraverso una specifica alimentazione che va a ridurre le tipologie di sostanze che causano l’aumento dell’infiammazione.

Spesso capita che chi soffre del morbo di Crohn, sia anche intollerante a glutine e lattosio. Conoscere le intolleranze è importantissimo, poiché come si può bene dedurre, accentuano l’attività di difesa immunitaria, una volta introdotte le sostanze non tollerabili dall’organismo di quello specifico individuo.

Vi invito dunque a fare dei controlli in modo tale da ridurre, almeno per quanto la patologia lo consente, il verificarsi dei sintomi, in modo tale da trarne un maggior beneficio, semplicemente attraverso un regime alimentare specifico per il vostro caso.

Purtroppo essendo una patologia non legata a cosa si mangia, ma legato al sistema immunitario, non si può risolvere come una semplice stitichezza o diarrea, attraverso una specifica dieta, ma bisogna sottoporsi a cure mediche specifiche, ma resta comunque il fatto che evitando diverse tipologia di alimenti o comunque riducendole in determinati periodi di forte infiammazione, aiuta a trarre un minimo di benessere.

Oltre agli alimenti verso i quali il soggetto affetto da morbo di Crohn, si dimostra intollerante, esistono anche tantissimi altri alimenti che possono partecipare al processo infiammatorio, poiché favoriscono la produzione di prostaglandine di tipo infiammatorio.

Vediamo di quali alimenti si tratta:

-Alimenti da abolire:

caffè, cioccolato, bevande analcoliche e gassate, fritture, grassi idrogenati, insaccati, carni grasse, carne di maiale, zucchero raffinato, semi di lino.

latticini e il grano, sono da evitare se si è intolleranti, da limitare se non lo si è: aumentano infatti l’irritazione dell’intestino.

Ridurre drasticamente le fibre che accentuano la defecazione e dunque il processo infiammatorio.

-Alimenti Amici:

pasta di semola, semolino, polenta, riso, carne magra e poco fibrosa, verdure cotte (solo patate, carote, zucchine) e pomodori sia cotti che crudi privati dei semi e della buccia. Tra la frutta, meglio prediligere mele e banane.

Anche la masticazione è importante, poiché masticando piano, si facilita il processo digestivo.

 Alcuni rimedi naturali:

Vi rimando all’articolo che scrissi poco tempo fa sulla sindrome del colon irritabile, dove potete trovare alcuni rimedi in caso di diarrea, che sono consigliabili anche per chi soffre del morbo di Crohn:

https://amatestessa.com/2015/01/12/alimentazione-che-cura-il-colon-irritabile/

Non mancheranno anche altri alimenti che possono esservi d’aiuto!

Anche ridurre lo stress emotivo incide particolarmente sul benessere!

GUARDA IL VIDEO SUL MIO CANALE YOUTUBE E ISCRIVITI:


ISCRIVITI AL MIO CANALE❤❤❤:https://www.youtube.com/user/withlovegiulietta

♪♫•*¨*•.¸¸❤¸¸.•*¨*•♫♪♪♫•*¨*•.¸¸❤¸¸.•*¨*•♫♪♪♫•*¨*•.¸¸❤¸¸.•*¨*•♫♪

★★★I MIEI CONTATTI★★★:

☆CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/withlove…
☆GOOGLE+ : https://plus.google.com/u/0/+WithLove…
☆PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/pages/Amates…
☆INSTAGRAM: http://instagram.com/withlovegiulietta
☆TWITTER: https://twitter.com/GiuliaSpanoArt
☆BLOG WORDPRESS: http://www.amatestessa.com

;)°¨¨°º”°¨¨°(*)(_.·´¯`·«¤°°¤»·´¯`·._)(*)°¨¨°º”°¨¨°;)

PLAYLIST:

❀ AMATESTESSA: https://www.youtube.com/watch?v=TlXFu…
❀ TAG: https://www.youtube.com/watch?v=NdECw…
❀ OUTFIT: https://www.youtube.com/playlist?list…
❀ VIDEO CUCINA: https://www.youtube.com/playlist?list…
❀ CHIACCHERICCI VARI: https://www.youtube.com/watch?v=yFPNC…
❀ IN FORMA CON GIULIA: https://www.youtube.com/watch?v=LN_YgA57ZiM&list=PLvKKNe6veFLNh-zXAX7pwNvScjxrAXKkQ
❀ CHE COSA MANGIAMO VERAMENTE? https://www.youtube.com/watch?v=tdnYVPtdYNE&list=PLvKKNe6veFLNU3EFaeX8tXvzXd_0sV_Zm
❀ VLOGS: https://www.youtube.com/watch?v=35fZMYk8iRc&list=PLvKKNe6veFLP7LrXdzsIKtebPp3_SIkNP
❀ ASK GIULIETTA: https://www.youtube.com/watch?v=r5QSwy9s88Q&list=PLvKKNe6veFLO4gYtQAR65pCNYZAF1w0Rm
❀ MANGIARE SANO, LE VOSTRE DOMANDE: https://www.youtube.com/playlist?list=PLvKKNe6veFLPDyv_tIC96A4T0tND14L89

✿●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙✿✿●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙✿✿●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙✿✿●♥

♔WithLoveGiulietta♔


9 commenti

Farina 00: nuoce gravemente alla nostra salute!

Buongiorno carissimi lettori,

ancora una volta, sono pronta ad ammonirvi riguardo agli scherzetti che le industrie continuano a farci.

Come ben potete immaginare, le mie conoscenze sono in continua evoluzione. Ogni giorno, mi capita di arrivare alla conclusione che molti alimenti, i quali credevo fossero dei buoni amici, in realtà nascondono le più ignobili verità.

La maggior parte degli alimenti che ingeriamo quotidianamente, sono principalmente costituiti da farina. Persino le produzioni fatte in casa (soprattutto dolci e pizze), che reputiamo sane, poiché realizzate con le nostre mani, possono trasformarsi in falsi alleati. Questo dipende dagli ingredienti che scegliamo, i quali devono essere selezionati con molta cura e attenzione.

Infatti, non tutta la farina, soprattutto quella che possiamo acquistare nei supermercati, può definirsi sana.

La farina 00 è la tipologia che maggiormente tendiamo ad acquistare. Infatti, nel corso degli anni, i mass media in genere, ci hanno inculcato l’errata nozione che fosse ottima per ogni tipo di preparazione.

Si tende a pensare che, essendo derivata dal grano, non necessita in alcun modo di complicati processi lavorativi.

In realtà così come per lo zucchero semolato, la farina 00 viene trattata con le più impensabili e cancerogene sostanze.

In questo modo l’articolo dura a lungo e possiede quel candore distintivo che non detiene allo stato naturale (il colore caratteristico della farina di grano è sul marroncino).

Per schiarirvi meglio le idee, diciamo che la farina 00 viene trattata al 50% deprivandola della maggior parte dei suoi contenuti nutritivi insiti nel germe e nella crusca. Come se ciò non bastasse, per ottenere il bianco che tanto ci attrae, utilizzano le seguenti sostanze:

  • ossido di azoto
  • ossido di cloro
  • ossido nitrosile
  • perossido di benzoile

Esse sono fortemente cancerogene.

Mettendo a confronto la farina integrale con la tipologia 00 industriale e quella 00 non trattata industrialmente, ci troviamo davanti tre diversi tipi di colorazione.

La prima è di colore marroncino; la seconda si presenta con un bianco impeccabile; mentre la terza, non trattata con le sostanze precedentemente citate, ha la stessa colorazione, ma tendente allo sporco.

Qui di seguente vi posto le tipologie di semola più acquistate e le loro principali caratteristiche, al fine di farvi comprendere quali sono adatte per ottenere un tenore di vita sano:

– Farina Integrale: la molitura di tutto il chicco pulito dalla lolla o pula (il vestito esteriore duro) comprende tutti gli elementi nutritivi, possiede un valore glicemico trascurabile, ottima per i diabetici, poiché rallenta l’assorbimento del cibo e quindi il corpo impiega parecchio tempo per trasformarla in grasso, in quanto l’indice glicemico basso impedisce un grosso afflusso di insulina.

– Farina di tipo 2: setacciata eliminando circa il 15% attraverso un procedimento denominato abburattamento. Solitamente con questo processo, viene via la crusca preservando il resto.

– Farina di tipo 1: si comporta come la varietà 2, con la differenza che la setacciatura ha tolto un altro 5% quindi possiamo dire che sono identiche.

– Farina di tipo 0: si tratta della semola a cui è stato privato circa il 30% del suo valore, nutrizionale.

– Farina di tipo 00: si elimina il 50% del suo contenuto, ovvero cruschello, crusca, germe di grano e uno strato sottile esterno di endosperma.

Si consigliano farine di cereale antico, che sono meno trattate:

  • Kamut
  • Farro Monococco
  • Farro Dicoccus
  • Senatore Cappelli
  • Verna
  • Frassineto
  • Gentilrosso
  • San Pastore
  • Farro

Anche il frumento derivato dall’ avena e dal farro è sublime per la preparazione dei nostri alimenti quindi fateci un pensierino mi raccomando.

Spero di avervi portato a riflettere, al fine di fare una scelta più accurata almeno per i prodotti fatti in casa.

Un abbraccio,

I miei contatti:

CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/withlovegiulietta/about
GOOGLE+ : https://plus.google.com/u/0/+WithLoveGiulietta/posts
PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/pages/Amatestessa/1477029379231288?ref=aymt_homepage_panel

INSTAGRAM: http://instagram.com/withlovegiulietta

TWITTER: https://twitter.com/GiuliaSpanoArt
BLOG WORDPRESS: http://www.amatestessa.com

PLAYLIST AMATESTESSA: https://www.youtube.com/watch?v=TlXFurEr4wI&list=PLvKKNe6veFLN-iErOiogTkvNg0B5ZdV28
PLAYLIST TAG: https://www.youtube.com/watch?v=NdECwSpQ7vs&list=PLvKKNe6veFLNVhozW_SztU9uBs6rmJxqe

PLAYLIST OUTFIT: https://www.youtube.com/playlist?list=PLvKKNe6veFLPUYG_HADKsMmh8VGy0BJpa

PLAYLIST VIDEO CUCINA: https://www.youtube.com/playlist?list=PLvKKNe6veFLOzbZjMeS05fKZfxMPqz41l
PLAYLIST CHIACCHERICCI VARI: https://www.youtube.com/watch?v=yFPNCVboPgE&list=PLvKKNe6veFLPkmTrikp37I5p-Ia800uHR
SE NON L’AVETE ANCORA FATTO, ISCRIVETEVI AL MIO CANALE! 🙂
*************************************************************************

WithLoveGiulietta ❤


9 commenti

GLI INGREDIENTI CON CUI LE INDUSTRIE CI STANNO UCCIDENDO! (PARTE 2)!

Salve miei carissimi lettori,

eccoci qui con la seconda parte dell’articolo contro gli inganni delle famigerate industrie.

Vi riassumo i punti chiave al fine di poter decifrare al meglio le etichette e poter ridurre per quanto possibile, le sostanze dannose che ogni giorno ingeriamo senza esserne a conoscenza e dunque ignari dei gravissimi danni che ci apportano.

1- Come primo punto ci tengo a ricordare che le etichette indicano i prodotti in ordine quantitativo, ovvero i primi ingredienti citati (generalmente i primi tre) sono il prodotto stesso, mentre mano a mano che scendiamo di classifica, gli ingredienti utilizzati sono presenti in piccolissime percentuali. Possiamo trovare ad esempio, una etichetta dove i primi ingredienti sono lo zucchero semolato e l’olio di palma ( entrambi dannosissimi alla salute) e ci lasciamo ingannare dal fatto che leggiamo nomi di erbe essenziali, le quali in realtà sono presenti in quantità talmente piccole che è come se non ci fossero.

2- Quando un elenco è costituito da nomi strani da pronunciare e molto lunghi, è molto probabile che si tratti di elementi altamente tossici. Cerchiamo sempre e solo di mangiare ingredienti che conosciamo.

3- La legge dell’aprile 2014, obbliga a inserire nello specifico gli oli vegetali che vengono utilizzati nella produzione, ma non costringe a segnalare tantissimi ingredienti tossici nonché inquinanti chimici. Questo comporta l’omissione dalla nostra ”lista di fiducia” di pesticidi, solventi, acrilamidi, PFOA (Acido di Perfluorooctanoic), perclorati (combustibili per razzi) e altri tossici chimici. L’unico modo per evitarli è affidarci a prodotti biologici o per lo meno a prodotti che non sono stati sottoposti a complessi processi di produzione.

4- Le parole come ”germogliato” e ”naturale” sono indice di prodotti sani, poiché meno trattati.

5- La farina è sana solo se si tratta di farina a chicco intero.

6- Lo zucchero di canna deve essere grezzo, altrimenti si tratta di zucchero semolato colorato di giallo solo per ingannarci.

7- Attenzione all’inganno delle piccole porzioni. I produttori alimentari usano questo trucco per ridurre il numero di calorie, grammi di zucchero o grammi di acidi grassi che i consumatori credono siano contenuti nei prodotti. Molte porzioni sono arbitrarie e non hanno un fondamento reale.

Ho trovato sul seguente sito ( http://ambientebio.it/i-10-ingredienti-piu-tossici-presenti-nel-settore-alimentare/ ) un articolo molto interessante che riassume gli ingredienti più tossici del settore alimentare. Vi consiglio di stamparvi questa lista e tenerla sempre con voi quando fate la vostra spesa.

”Per la durata e la conservazione dei cibi industriali generalmente vengono utilizzati conservanti e agenti sintetici per ritardare e inibire, appunto, la crescita di funghi e muffe. Queste sostanze però una volta liberate nel corpo privano di ossigeno le cellule rubandone le sostanze nutritive e creando un ambiente favorevole per le malattie. Continui sono gli studi che vengono effettuati a riguardo di questi argomenti.

I 10 ingredienti più tossici presenti nel settore alimentare sono:

Sodio benzoato (E211)
Questo assassino furtivo si trova in quasi tutti i vasi e bottiglie, come condimento per l’insalata, sottaceti, salse, maionese, quasi tutte le bevande analcoliche e succhi di frutta, e anche in prodotti alimentari etichettati come “naturali”. Secondo uno studio del professor Peter Piper, del dipartimento di biologia molecolare e biotecnologie dell’Università di Sheffield, il sodio benzoato testato su cellule vive di lieviti distrugge aree del DNA nelle stazioni energetiche cellulari, i mitocondri.
Olio di canola
Questo olio è di derivazione vegetale ed è presente in più del 30% di tutti i prodotti. Olio di canola è in realtà una selezione dell’olio di colza e può causare enfisema e insufficienza respiratoria, che alla fine portano al cancro. L’olio di colza è inadatto all’uso alimentare a causa dell’alta concentrazione di acido erucico, che per la sua tossicità è fortemente limitato per legge, con un limite massimo tollerato del 5% nei grassi alimentari (legge comunitaria in vigore dal 1º luglio 1979, Direttiva 76/621/CEE, del 20 luglio 1976). Essendo però un olio estremamente economico, in Italia è attualmente utilizzato dalla ristorazione commerciale.
Glutammato monosodico (MSG)
La FDA permette 20 “pseudo” nomi per esso, tra cui estratto di lievito Ajinomoto autolyzed, Vetsin, MSG, gelatina, caseinato di calcio, proteina vegetale idrolizzata (HVP), proteina testurizzata, glutammato monopotassico, idrolizzato pianta Poteina (PHP) Estratto di lievito, acido glutammico, caseinato di sodio, lievito, proteine vegetali idrolizzate, Senomyx, carragenina, aromi naturali, esaltatore di sapidità, o il numero E620, E621, E622, E623, E624, E625, E627, E631, o E635 per citarne alcuni. Solo perché un prodotto dice “No MSG” non significa che non c’è! Approfondire qui.
Sodio nitrato e nitrito di sodio (nitrosammine)
E ‘usato per fertilizzanti, esplosivi, e come solvente nell’industria della pulizia a secco. Questo ingrediente mantiene le molecole di emoglobina nel sangue di trasportare l’ossigeno ai tessuti del corpo. E ‘considerato un “super-sale” (come glutammato monosodico) aggiunto a cose come hot dog, salsicce e pancetta per aumentare la durata di conservazione, colore e sapore.
Il nitrito di sodio è usato principalmente come conservante alimentare e fissativo del colore nei prodotti a base di carne. Spesso usati in combinazione con altri sali noti nella vulcanizzazione: sali di sodio nitrito e nitrato e potassio (E249). Il suo uso impedisce intossicazione batterica, specialmente botulismo.
Gli studi da parte delle autorità sanitarie degli Stati Uniti alla fine del 1970 hanno dimostrato che l’uso di nitrito di sodio come additivo alimentare provoca il cancro.
Margarina
Il corpo non può integrare gli acidi grassi trans nelle membrane, causando strutture deformative cellulari. Ricchissima di grassi vegetali idrogenati che accelerano l’invecchiamento e degenerano i tessuti.
Antischiuma
(Dimethylpolysiloxane) è una sostanza chimica industriale utilizzata in stucchi e sigillanti. Questo componente è usato soprattutto in fast food bocconcini di pollo e uova. Un derivato del petrolio, viene utilizzato come stabilizzatore in profumi, resine, vernici e prodotti chimici collegato ai tumori gastrici e danni al DNA.
Antiagglomeranti
I prodotti chimici che assorbono l’umidità. Questi vengono aggiunti al sale da tavola prodotti e alimenti in polvere. Essi sono spesso composti di fosfato, carbonato, silicato e ossido di composti contenenti alluminio. L’ alluminio è collegato alla malattia di Alzheimer ed è utilizzato anche nel vaccino contro l’influenza.
Colori artificiali
Petrolchimica olio sintetico, antigelo e ammoniaca. E’ vietato nei cosmetici, ma ancora consentito negli alimenti. Indebolisce il sistema immunitario. Causa di tumori della vescica e testicoli.
Emulsionanti
Carragenina, polisorbato 80 e oli vegetali bromurati (OLS). Di solito si trova nel latte al cioccolato, formaggio, gelato, latte in polvere e gelatina. La BVO rimane per anni nel corpo. Polisorbato 80 è anche in molti vaccini.
Dolcificanti artificiali
Aspartame, acesulfame K, sucralosio, sorbitolo, Truvia, e, naturalmente, saccarina. A causa del suo gusto dolce, questi dolcificanti chimici ingannano il corpo e producono dipendenza per lunghi periodi di tempo.”

Spero di esservi stata utile. Ricordatevi che siamo noi che contiamo. La nostra vita è l’unica cosa che conta, dunque cerchiamo di non buttarla via vivendo nell’ignoranza.

I miei contatti:

CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/withlovegiulietta/about
GOOGLE+ : https://plus.google.com/u/0/+WithLoveGiulietta/posts
PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/pages/Amatestessa/1477029379231288?ref=aymt_homepage_panel

INSTAGRAM: http://instagram.com/withlovegiulietta

TWITTER: https://twitter.com/GiuliaSpanoArt
BLOG WORDPRESS: http://www.amatestessa.com

PLAYLIST AMATESTESSA: https://www.youtube.com/watch?v=TlXFurEr4wI&list=PLvKKNe6veFLN-iErOiogTkvNg0B5ZdV28
PLAYLIST TAG: https://www.youtube.com/watch?v=NdECwSpQ7vs&list=PLvKKNe6veFLNVhozW_SztU9uBs6rmJxqe

PLAYLIST OUTFIT: https://www.youtube.com/playlist?list=PLvKKNe6veFLPUYG_HADKsMmh8VGy0BJpa

PLAYLIST VIDEO CUCINA: https://www.youtube.com/playlist?list=PLvKKNe6veFLOzbZjMeS05fKZfxMPqz41l
PLAYLIST CHIACCHERICCI VARI: https://www.youtube.com/watch?v=yFPNCVboPgE&list=PLvKKNe6veFLPkmTrikp37I5p-Ia800uHR
SE NON L’AVETE ANCORA FATTO, ISCRIVETEVI AL MIO CANALE! 🙂
*****************************************************************************

Vi abbraccio,

WithLoveGiulietta ❤


13 commenti

GLI INGREDIENTI CON CUI LE INDUSTRIE CI STANNO UCCIDENDO! (PARTE 1)

Ogni giorno nel nostro percorso di vita ci capita di andare incontro a delle scelte importanti: sta a noi decidere se evitare di conoscere la realtà in cui viviamo e continuare a vivere nell’ignoranza, facendoci schiavizzare e manipolare, giorno dopo giorno, come delle semplici pedine, oppure prendere coscienza di chi siamo e di cosa è meglio per le nostre vite e per quelle di chi amiamo.

Il mondo è così sporco ormai, privo di genuinità e ricco di inganni, ma la colpa dobbiamo darla soltanto a noi stessi.

Abbiamo svenduto la nostra essenza senza soffermarci neanche per un secondo.

Abbiamo perso di vista i nostri valori, i prodotti ricchi di salute che tantissimi secoli fa la nostra terra stessa ci offriva, senza farci mancare niente.

Tutto questo non è bastato alla natura umana, che sempre più avidamente si è fatta abbindolare da ogni piccola scoperta che faceva nel corso della nostra storia, desiderando sempre più potere e ricchezza: siamo arrivati al punto in cui il progresso è diventato la nostra più grande degenerazione.

Abbiamo buttato al vento la vera ricchezza per dare valore a dei semplici fogli di carta che chiamiamo soldi, quando in realtà potevamo avere tutto senza farci mancare niente nella nostra vita.

Potevamo avere alimenti a volontà, potevamo spostarci in giro per il mondo senza barriere, conoscere nuove culture, imparare gli uni dagli altri e vivere in un mondo senza violenza, senza sete per il guadagno, senza povertà, senza inganni. Ognuno avrebbe portato il suo piccolo contributo nel nostro bellissimo pianeta, poiché il resto come vi ho detto all’inizio, l’avrebbe fatto la natura stessa.

Le malattie di cui tanto parliamo al giorno d’oggi, sono state generate dall’uomo stesso, con tutti gli esperimenti che per secoli hanno rovinato l’ecosistema.

Per quale motivo poi? per avere un territorio più vasto tutto per se? per prevalere gli uni sugli altri? Da cosa sarà mai nata tutta questa avarizia?

Per ora posso solo dirvi, che la situazione in cui viviamo non è per niente facile ed è inutile che evitiamo di parlarne: meno si parla e più si alimentano le ricchezze di chi ci domina e monopolizza le nostre vite, senza che noi ci rendiamo conto.

Il mio articolo però partendo da questa piccola premessa personale, deve esporvi uno degli effetti che questo scenario ingannevole ha creato nell’industria alimentare.

Come ben sapete dai miei articoli precedenti o dai miei video su youtube ( 

 ), non sono per niente a favore delle multinazionali, perché a mio parere sono esse stesse la causa più grande del nostro malessere.

Questo perché offrendoci alimenti, i cui ingredienti sono per la maggior parte (per no dire completamente) nocivi, ci uccidono lentamente provocandoci a lungo andare l’insorgere di malattie molto gravi.

Avete mai pensato al fatto che quando introduciamo un corpo estraneo nel nostro organismo, ci facciamo del male? Sareste mai capaci di bervi la candeggina? Io credo proprio di no, vero? Beh sappiate che molti alimenti che mangiamo ogni giorno, contengono ingredienti che a lungo andare ci provocano dei malesseri pari a quelli che ci provocherebbe bere la candeggina, se non peggio.

I tumori nascono da delle modificazioni del nostro genoma, e questo cambiamento è sollecitato da sostanze non identificate che a lungo andare possono uccidere le nostre povere cellule, che non sempre possono resistere agli attacchi dei patogeni.

Impariamo dunque a riconoscere gli inganni delle industrie e a prevenire, per quanto ci è ormai possibile al giorno d’oggi, eventuali danni futuri. Lo so che ormai tutto è contaminato e non possiamo farci niente, ma è anche vero che restando inerti, accettando la realtà in cui viviamo, non cambieremo mai questa situazione.

E chi è che ancora una volta ci guadagna?

Le multinazionali che alle nostre spalle se la ridono con mallopponi di denaro.

L’elenco degli ingredienti mostrato in ogni prodotto, dovrebbe dirci con molta chiarezza quali sono gli ingredienti utilizzarli nella produzione. In realtà, gli industriali non vogliono assolutamente che noi conosciamo le schifezze che ci fanno mangiare, e cercano di ingannarci con tanti stratagemmi che ci confondono data la nostra ignoranza in materia.

Vediamo di che inganni si tratta:

1) Uno dei trucchi più comuni è quello di citare lo zucchero, sotto forma dei suoi costituenti, ovvero saccarosio, fruttosio, sciroppo di cereali, sciroppo di grano, zucchero di canna non raffinato, destrosio e altri zuccheri. Questo al fine di fare in modo che lo zucchero non compaia tra i primi tre ingredienti della lista ( che sappiamo essere quelli che compongono quasi totalmente il prodotto) e che appaia dunque sparso e innocuo ai nostri occhi.

2) Un altro trucchetto è quello di mettere alla fine dell’etichetta ingredienti sani come erbe speciali, ma che in realtà sono presenti in quantità talmente esigue da non apportare alcun beneficio, ma con l’unico fine di farci credere che stiamo mangiando un alimento sano. Ad esempio la spirulina è uno di quegli ingredienti molto utilizzati per trarre in inganno.

3) Un altro fastidiosissimo trucco è quello di usare nomignoli strani o troppo lunghi per nascondere l’ingrediente nocivo: alcuni esempi sono il nitrito di sodio (conservante E250, il quale causa cancro al pancreas, cervello, colon e tantissimi altri tipi di cancro); Il carminio è un altro colorante usato soprattutto per gli yogurt alla fragola, per via della sua colorazione rossastra, non è altro che carcassa si scarafaggi rossi della cocciniglia; estratto di lievito, allo stesso tempo sembra essere un ingrediente puro ma in realtà è il pericolosissimo glutammato monosodico (MSG il quale è un esaltatore chimico di sapore, per dare gusto ai cibi eccessivamente elaborati), il quale le aziende non hanno l’obbligo legale di inserire nelle etichette, così come tantissimi altri ingredienti nocivi.

Praticamente tutti gli ingredienti idrolizzati contengono alcune quantità di glutammato monosodico nascosto.

4) Non lasciarsi ingannare dal nome del prodotto. Spesso infatti le aziende chiamano un prodotto col nome di un alimento sano, ma in realtà se guardi gli ingredienti, proprio quell’alimento di cui porta il nome non è presente se non in minima traccia. Ciò che ci viene invece offerto è del veleno dolcificante.

I nomi dei cibi possono includere parole che descrivono elementi non presenti nel prodotto. Un cracker al formaggio, per esempio, non deve necessariamente contenere formaggio. Qualcosa di “cremoso” non deve contenere la crema. Un prodotto alla frutta, non ha bisogno di contenere nemmeno una singola molecola di frutta. Non lasciarti ingannare dai nomi dei prodotti stampati sulla confezione. Questi nomi sono ideati per vendere i prodotti, non per descrivere gli ingredienti contenuti in essi.

5) La lista degli ingredienti non include gli inquinanti: non esiste l’obbligo di includere nello elenco degli ingredienti i nomi di inquinanti chimici, metalli pesanti, bisphenol-A, PCBs (bifenile policlorurato), perclorato o altre sostanze tossiche già reperite negli alimenti. Come risultato abbiamo che le liste degli ingredienti non elencano realmente tutto il contenuto degli alimenti, ma solo ciò che di cui produttori vogliono che tu sia informato.

Le aziende, prima della recente legge che obbliga a dover indicare la maggior parte degli ingredienti utilizzati come i grassi vegetali nello specifico, non voleva citarne neanche uno con la scusa che fossero di proprietà riservata, e che svelando i segreti della loro produzione avrebbero distrutto i loro affari.

6) Amidi modificati: L’amido idrossipropilato è formato dalla reazione dell’amido con l’ossido di propilene. Il fosfato è ottenuto trattando l’amido idrossipropilato con acido fosforico. L’amido viene parzialmente degradato o fosforilato. Gli amidi modificati sono additivi alimentari dei quali, secondo la normativa europea, non è necessario indicare il nome o il numero CEE sull’etichetta dei prodotti alimentari a cui sono addizionati, ma è sufficiente la dicitura «amidi modificati». Quindi difficilmente trovere indicazioni diverse sulle confezioni. Li elenchiamo perchè comunque riportati sulla Gazzetta Ufficiale (1404-1450).Hanno un impiego maggiore ed un’azione più efficace dell’amido naturale, proprio perchè sono stati modificati chimicamente o fisicamente allo scopo di tollerare i processi di lavorazione. Gli amidi modificati si ottengono da amidi alimentari mediante: uno o più trattamenti chimici, introducendo nella molecola gruppi come l’acetato, l’idrossipropile e l’adipato; trattamento fisico per azione del calore, per azione meccanica o per frazionamento; trattamento enzimatico con idrolisi parziale ed aumento della solubilità in acqua. Possono inoltre essere fluidificati per trattamento acido o alcalino e sbiancati.

Nella preparazione i residui chimici che derivano dalla reazione vengono quasi completamente allontanati in quanto dotati di una certa tossicità.

Questi prodotti vengono utilizzati nell’industria alimentare come addensanti, stabilizzanti, gelificanti, leganti ed emulsionanti nelle salse, nei condimenti della carne, nelle zuppe, nei piatti surgelati e nei prodotti di pasticceria. Un’altra forma di trasformazione dell’amido è la “pregelatinizzazione”, che comporta la formazione di gelatina quando si mescola l’amido con acqua fredda, come avviene nei vari dessert istantanei. L’aggettivo modificato non ha nulla a che vedere con “transgenico” o “geneticamente modificato”; semplicemente si riferisce alle trasformazioni fisico/chimiche operate sull’amido nativo.

7) Manipolare la quantità delle porzioni:

Le aziende alimentari hanno capito anche come manipolare il concetto di porzione al fine di far apparire i loro prodotti privi di ingredienti nocivi come gli acidi grassi saturi (o resi tali mediante idrogenatura).
La FDA, ha creato per loro un sotterfugio: è permesso che ogni alimento che contenga meno di 0.5 grammi di acidi grassi per porzione possa essere dichiarato sull’etichetta a contenuto di zero acidi grassi.

La logica della FDA è che 0.5 = 0.

Ma una matematica approssimativa non è il solo trucco giocato per proteggere gli interessi commerciali delle industrie su cui la FDA dovrebbe vigilare.
Sfruttando questo trucchetto dei 0.5 grammi, le aziende riducono arbitrariamente le porzioni dei loro cibi e livelli ridicoli – giusto per tenere gli acidi grassi sotto i 0.5 grammi per porzione. Così loro dichiarano in grande sulla confezione “Zero Acidi Grassi”. In realtà, il prodotto può essere pieno di acidi grassi, ma la porzione è stata ridotta ad un peso appropriato per il nutrimento di uno scoiattolo, non certo di un essere umano.

Questo è solo un esempio di come le industrie sono capaci di manipolare le etichette a loro piacimento.

CONOSCERE PER SCONFIGGERE, DIFFONDIAMO PIÙ CHE POSSIAMO IL NOSTRO SAPERE SULL’ARGOMENTO.

video dove espongo la tematica

NON STANCHIAMOCI MAI DI CONOSCERE CIÒ CHE MANGIAMO, POICHÈ SIAMO FATTI DI CIÒ CHE ASSUMIAMO E IL NOSTRO CORPO NE RISENTE SEMPRE DI PIÙ!

 

(Fonti: http://www.anticorpi.info/2011/10/gli-ingredienti-sulle-etichette.html)

I miei contatti:

CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/withlovegiulietta/about
GOOGLE+ : https://plus.google.com/u/0/+WithLoveGiulietta/posts
PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/pages/Amatestessa/1477029379231288?ref=aymt_homepage_panel

INSTAGRAM: http://instagram.com/withlovegiulietta

TWITTER: https://twitter.com/GiuliaSpanoArt
BLOG WORDPRESS: http://www.amatestessa.com

PLAYLIST AMATESTESSA: https://www.youtube.com/watch?v=TlXFurEr4wI&list=PLvKKNe6veFLN-iErOiogTkvNg0B5ZdV28
PLAYLIST TAG: https://www.youtube.com/watch?v=NdECwSpQ7vs&list=PLvKKNe6veFLNVhozW_SztU9uBs6rmJxqe

PLAYLIST OUTFIT: https://www.youtube.com/playlist?list=PLvKKNe6veFLPUYG_HADKsMmh8VGy0BJpa

PLAYLIST VIDEO CUCINA: https://www.youtube.com/playlist?list=PLvKKNe6veFLOzbZjMeS05fKZfxMPqz41l
PLAYLIST CHIACCHERICCI VARI: https://www.youtube.com/watch?v=yFPNCVboPgE&list=PLvKKNe6veFLPkmTrikp37I5p-Ia800uHR
SE NON L’AVETE ANCORA FATTO, ISCRIVETEVI AL MIO CANALE! 🙂
*****************************************************************************

WithLoveGiulietta<3


1 Commento

Dermum: crema antirughe e crema sbiancante

Schermata da 2015-01-16 08:02:39Schermata da 2015-01-16 08:03:11

La Dermum è una piccola azienda tailandese che si affaccia nello scenario della cosmetica naturale, offrendoci dei prodotti unici e davvero interessanti, ma soprattutto biologici. Questa impresa, infatti, ha preso la decisione di produrre unicamente due tipologie di creme, e concentrare tutto il loro lavoro e il loro cuore, su di esse. Devo dire che a mio parere lo stanno facendo nel migliore dei modi, poiché entrambe le creme manifestano già dalla prima applicazione la loro naturalezza e i risultati tanto attesi.

Infatti entrambe le creme, soprattutto quella sbiancante, mi hanno sorpresa particolarmente e data la distanza che separa l’Italia dalla Thailandia, ne è valsa la pena aspettare due settimane per ricevere i prodotti. 

Inoltre, ho potuto testare per un tempo ragionevole le creme fornitemi, perché differentemente dalla maggior parte della aziende, mi hanno spedito i prodotti di vendita e non i soliti campioncini che contengono pochissimo prodotto.

La crema sbiancante è dentro un barattolino bianco da 15 ml, mentre la crema anti-age è dentro un barattolino grigio da 30 ml. Potete reperire queste fantastiche creme tramite ordinazione on-line dal seguente sito.

Schermata da 2015-01-16 07:57:55 Schermata da 2015-01-16 07:58:14

LINK DEL SITO DERMUM: http://dermum.net/collections/all

Si tratta di prodotti sottoposti ai test ipoallergenici e dunque possiamo utilizzarle tranquillamente. Vi dico questo perché entrambe le creme sono costituite da estratti di varie tipologie di piante.

Ingredienti della Whitening Cream:
PALMARIA Palmata dalla Francia: aiutano a controllare la sintesi della melanina che riduce e rallenta la pigmentazione della pelle, prevenendo la formazione, durante l’esposizione solare, di macchie scure e la pigmentazione della pelle dai danni. VITAMINA C dalla Nuova Zelanda: previene la formazione dei radicali liberi e aiuta nella formazione del collagene della pelle in modo che la pelle diventa morbida e chiara, VITAMINA E dalla Corea: Aiuta a mantenere la pelle sana, previene la formazione di radicali liberi, ringiovanisce la migliora la struttura della pelle, per una pelle più morbida e previene le rughe, ALPHA-ARBUTINA dalla Svizzera: aiuta a prevenire la formazione di melanina e la pigmentazione che provoca lentiggini, macchie scure e il tono della pelle non uniforme, schiarisce la pelle e le macchie che danno la chiarezza della pelle e splendore, senza effetti collaterali, il glutatione da Giappone: aiuta a prevenire il funzionamento della tirosinasi che controlla la sintesi del pigmento melanina per una pelle diventa naturalmente chiara e luminosa, ALFALFA IMPIANTO dalla Francia: efficace per aiutare il processo di rigenerazione delle cellule della pelle, riduce le irritazioni, ripristina la pelle stimolando la formazione di collagene in pelle e anche rallenta la sintesi enzima che provoca la pelle a perdere elasticità, Borago officinalis dalla Corea: Erbe nativo per il Mediterraneo. Aiuta a ripristinare l’idratazione e l’elasticità. Lenitivo pelli sensibili e migliorare la funzione immunitaria, Opuntia ficus-indica dalla Francia: Protegge la pelle dagli agenti atmosferici e rafforza le sue difese naturali.

Ingredienti dell’Anti-Aging Cream:

AMMINOACIDI dal caviale dalla Spagna: è un esaltatore di nutrienti, aiuta il riempimento e a levigare la pelle, Acmella OLERACEA ESTRATTO dal Madagascar: hanno un potente effetto su linee sottili o “rughe di espressione”, caprico DA OLIO DI COCCO dal Giappone: rallentare la perdita di acqua dalla pelle formando una barriera sulla superficie della pelle , SOLUBLE COLLAGENE DAL MARE FISH dalla Spagna: una proteina estratta dal pesce di mare che diminuire la comparsa di rughe e aumentare l’elasticità della pelle, Panax ginseng CALLI CULTURA ESTRATTO dalla Corea: aiuta a disintossicare la pelle e aiuta la produzione di collagene.

All’applicazione entrambe le creme risultano leggere, non appesantiscono la pelle, e sono ottime anche come base per il trucco.

I risultati come detto all’inizio, sono evidenti. 

Spero di avervi illuminati su questa tipologia di creme viso.

Ringrazio la Dermum per avermi scelta come blogger per testare i loro prodotti e ringrazio tutti voi per la lettura.

I miei contatti:

CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/withlovegiulietta/about
GOOGLE+ : https://plus.google.com/u/0/+WithLoveGiulietta/posts
PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/pages/Amatestessa/1477029379231288?ref=aymt_homepage_panel

INSTAGRAM: http://instagram.com/withlovegiulietta

TWITTER: https://twitter.com/GiuliaSpanoArt
BLOG WORDPRESS: http://www.amatestessa.com

PLAYLIST AMATESTESSA: https://www.youtube.com/watch?v=TlXFurEr4wI&list=PLvKKNe6veFLN-iErOiogTkvNg0B5ZdV28
PLAYLIST TAG: https://www.youtube.com/watch?v=NdECwSpQ7vs&list=PLvKKNe6veFLNVhozW_SztU9uBs6rmJxqe

PLAYLIST OUTFIT: https://www.youtube.com/playlist?list=PLvKKNe6veFLPUYG_HADKsMmh8VGy0BJpa

PLAYLIST VIDEO CUCINA: https://www.youtube.com/playlist?list=PLvKKNe6veFLOzbZjMeS05fKZfxMPqz41l
PLAYLIST CHIACCHERICCI VARI: https://www.youtube.com/watch?v=yFPNCVboPgE&list=PLvKKNe6veFLPkmTrikp37I5p-Ia800uHR
SE NON L’AVETE ANCORA FATTO, ISCRIVETEVI AL MIO CANALE! 🙂
*****************************************************************************

WithLoveGiulietta ❤


4 commenti

Alimentazione che cura il colon irritabile!

La maggior parte della popolazione, è affetta dalla sindrome del colon irritabile. Essa può sfociare in sintomi come diarrea, flatulenza e forti crampi addominali, oppure in stipsi e gonfiore addominale.

A seconda di questi sintomi riportati dal soggetto, la cura alimentare cambia totalmente, poiché come ben possiamo intuire, gli effetti riportati da questa disfunzione, possono essere l’uno l’esatto contrario dell’altro.

Tratterò i due casi separatamente in modo da rendere l’argomento il più chiaro possibile, ed eliminare eventuali dubbi:

STIPSI —> Parliamo di stipsi, quando il nostro organismo riceve il cibo troppo lentamente, le feci assorbono tutta l’acqua presente diventando dure e difficili da espellere. Per ridurre la stipsi è assolutamente consigliato l’aumento dell’introito di fibre alimentari, come frutta e verdura, inoltre bisogna bere almeno 1,5l di acqua naturale e iniziare a svolgere attività fisica al fine di stimolare il nostro organismo e indurlo ad espellere le sostanze di rifiuto.

DIARREA —> Parliamo di diarrea quando il cibo arriva troppo velocemente e l’acqua non essendo assorbita dalle feci, le rende molli e impossibili da gestire nel nostro organismo. Al fine di evitare la fastidiosissima diarrea che può cogliere impreparati nei momenti più inadeguati, è consigliabile evitare alimenti che vanno a irritare il nostro intestino crasso, ovvero la caffeina (qui mi rivolgo soprattutto agli amanti del caffé ma anche del tè caldo e delle tisane detossificanti e ”ventre piatto”), gli alcolici, i latticini (evitare latte o preferire quello con carenza di lattosio, formaggi, yogurt ecc), gli alimenti ricchi di zuccheri o grassi ( soprattutto dolci pesanti con panna, creme varie e i cibi fritti), cibi che fanno produrre gas come legumi, cavoli e broccoli poiché stimolano la fermentazione, e i dolcificanti artificiali che troviamo nelle bevande gasate, nelle gomme da masticare e in tantissimi alimenti confezionati.

Sia in caso di stipsi che in caso di diarrea, bisogna sempre e solo cercare di mangiare lentamente e con calma al fine di non far entrare aria in eccesso nel nostro organismo.

Ci tengo inoltre a ricordarvi che anche lo stress un fattore che incide molto nella nostra vita e se impariamo a gestirlo, anche questi problemi intestinali diminuiranno ancor più velocemente.

———————————————————————————————————————————————————————–

I soggetti affetti da sindrome di colon irritabile, in entrambi i casi (stipsi e diarrea) devono evitare i seguenti alimenti:

  • Tuorli d’uovo
  •  cibi fritti
  • Caffè
  • Alcool
  • Bevande gassate
  • Dolcificanti artificiali
  • Grassi artificiali (burro, margarine ecc)
  • Tutti gli oli, grassi, creme spalmabili, ecc
  • Maionese
  • Salse grasse
  • Cioccolato, soprattutto al latte
  • Olive
  • Dolci, biscotti, pasticcini, e prodotti da pasticceria vari
  • carni rosse
  • latticini

———————————————————————————————————————————————————————–

I soggetti affetti da diarrea devono evitare le fibre insolubili e cercare di assumere quelle solubili, poiché quest’ultime tratterranno l’acqua evitando le feci molli. Gli alimenti contenenti fibre solubili sono moltissimi, tra cui citiamo i più comuni:

  • riso soprattutto in bianco
  • pasta e tagliatelle integrali o al kamut, soprattutto in bianco
  • farina d’avena
  • orzo
  • pane di frumento o grano integrale
  • cereali ( kamut, avena, farro. orzo)
  • soia
  • farina di mais
  • patate
  • carote
  • patate dolci
  • rape
  • barbabietole
  • zucchine
  • zucche
  • castagne
  • avocado
  • banane
  • salsa di mele
  • mango
  • papaia

Sono tutti alimenti che trattengono l’acqua e aiutano a regolare il transito intestinale.

———————————————————————————————————————————————————————–

Per quanto riguarda i soggetti affetti da stipsi, contrariamente a chi soffre di diarrea, devono invece introdurre le fibre insolubili, che ritroviamo nei seguenti alimenti:

  • crusca
  • cereali integrali
  • germogli di soia
  • legumi
  • semi ( zucca)
  • noci
  • meusli
  • fagioli e lenticchie
  • frutti di bosco (mirtilli, fragole, more, mirtilli, ecc)
  • uva e uvetta
  • ciliegie
  • ananas
  • pesche, albicocche, pere
  • mele
  • pere
  • meloni
  • arance, pompelmi, limoni, lime (agrumi)
  • datteri e prugne
  • verdure a foglia (spinaci, lattuga, cavoli, cavoli, crescione, ecc)
  • piselli
  • fagiolini
  • peperoni
  • melanzane
  • sedano
  • cipolle, scalogni, porri, aglio
  • broccoli
  • cavolfiore
  • pomodori
  • cetrioli
  • erbe aromatiche fresche

Le fibre devono sempre essere introdotte, accompagnandole da una buona dose di acqua, da introdurre possibilmente prima dei pasti.

Ci tengo comunque a dirvi che ho trattato l’argomento dal punto di vista delle mie conoscenze personali, per i casi più gravi, bisogna sempre e solo rivolgersi al medico di fiducia o provare metodi alternativi come recarsi in erboristeria per integrare questa alimentazione con integratori specifici al vostro caso.


Alcune piante che vi consiglio per migliorare la funzionalità intestinale sono:

  • camomilla: per riequilibrare la flora batterica, per l’azione spasmolitica, digestiva e carminativa.
  • Melissa: disturbi gastrici di origine psicosomatica, ansia, flatulenza, difficoltà nella digestione, utile contro spasmi, cefalee, insonnia .
  • Angelica: azione antispasmodica, contro gonfiore e fermentazione intestinale.
  • Menta piperita: azione analgesica, antispasmi e carminativa, anche per alitosi.
  • Tiglio in gemmo-derivato: contro l’ansia e gli spasmi.
  • Mirtillo rosso: per regolare la funzionalità intestinale sia che ci sia diarrea sia che ci sia stipsi. Essenziale per la sua azione disinfettante a livello urinario ed intestinale.
  • Clorofilla in gocce: per rivitalizzare la mucosa dell’intestino.
  • Aloe in succo.
  • Achillea,finocchio,aneto,melissa in tisana.
  • Magnesio, quando ci sono dolori addominali.
  • Fermenti lattici, in particolare ai cambi di stagione per riequilibrare la flora intestinale.
  • Succo di carote. La carota è un regolatore sia del fegato che dell´intestino con azione depurativa e cicatrizzante anche grazie all´alto contenuto di carotenoidi. Potrebbe essere utile, a tal proposito, berne un bicchiere due volte la settimana.-Succo di cavolo. A quanto pare, c’è chi consiglia anche l’assunzione di una spremuta di succo di cavolo per i principi attivi presenti in questo ortaggio, in particolare per le sue proprietà cicatrizzanti utili sia per lo stomaco, che per l´intestino ed il colon.

GUARDA IL VIDEO SUL MIO CANALE E ISCRIVITI!


Purtroppo non è mai semplice capire che alimento provoca maggiormente i sintomi di stipsi o diarrea, poiché come avete potuto notare, ci sono tanti nutrienti che entrano in gioco. Inoltre non posso neanche dirvi di eliminarli totalmente dalla vostra alimentazione, poiché sono essenziali al nostro benessere.

Ad ogni modo, spero di avervi aperto una piccolo bagliore da cui trarre spunto.

Per eventuali dubbi e richieste specifiche, aspetto i vostri commenti.


ISCRIVITI AL MIO CANALE❤❤❤:https://www.youtube.com/user/withlovegiulietta

♪♫•*¨*•.¸¸❤¸¸.•*¨*•♫♪♪♫•*¨*•.¸¸❤¸¸.•*¨*•♫♪♪♫•*¨*•.¸¸❤¸¸.•*¨*•♫♪

★★★I MIEI CONTATTI★★★:

☆CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/withlove…
☆GOOGLE+ : https://plus.google.com/u/0/+WithLove…
☆PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/pages/Amates…
☆INSTAGRAM: http://instagram.com/withlovegiulietta
☆TWITTER: https://twitter.com/GiuliaSpanoArt
☆BLOG WORDPRESS: http://www.amatestessa.com

;)°¨¨°º”°¨¨°(*)(_.·´¯`·«¤°°¤»·´¯`·._)(*)°¨¨°º”°¨¨°;)

PLAYLIST:

❀ AMATESTESSA: https://www.youtube.com/watch?v=TlXFu…
❀ TAG: https://www.youtube.com/watch?v=NdECw…
❀ OUTFIT: https://www.youtube.com/playlist?list…
❀ VIDEO CUCINA: https://www.youtube.com/playlist?list…
❀ CHIACCHERICCI VARI: https://www.youtube.com/watch?v=yFPNC…
❀ IN FORMA CON GIULIA: https://www.youtube.com/watch?v=LN_YgA57ZiM&list=PLvKKNe6veFLNh-zXAX7pwNvScjxrAXKkQ
❀ CHE COSA MANGIAMO VERAMENTE? https://www.youtube.com/watch?v=tdnYVPtdYNE&list=PLvKKNe6veFLNU3EFaeX8tXvzXd_0sV_Zm
❀ VLOGS: https://www.youtube.com/watch?v=35fZMYk8iRc&list=PLvKKNe6veFLP7LrXdzsIKtebPp3_SIkNP
❀ ASK GIULIETTA: https://www.youtube.com/watch?v=r5QSwy9s88Q&list=PLvKKNe6veFLO4gYtQAR65pCNYZAF1w0Rm
❀ MANGIARE SANO, LE VOSTRE DOMANDE: https://www.youtube.com/playlist?list=PLvKKNe6veFLPDyv_tIC96A4T0tND14L89

✿●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙✿✿●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙✿✿●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙✿✿●♥

♔WithLoveGiulietta♔