amatestessa

Il benessere prima di tutto!


7 commenti

Alimenti che fanno bene ai reni.

Buongiorno carissimi lettori,

oggi vi parlerò di come tenere in salute i nostri cari reni e dunque il nostro sistema escretorio.

Come vi ho detto più volte, la nostra alimentazione incide in modo sostanziale nella nostra vita ed è per questo che non possiamo permetterci di trascurarla. In particolar modo, i soggetti che presentano patologie come l’insufficienza renale, devono ridurre i consumi di proteine, sodio e fosforo.

Alimenti di origine animale come la carne, le uova, gli insaccati, i latticini e anche se con maggior tollerabilità i legumi, devono essere evitati, poiché contenenti proteine, dannose se assunte in eccesso soprattutto nei soggetti prima citati.

Con questo articolo vi suggerisco dei potentissimi alimenti anti-scorie, che una volta inseriti nel nostro regime alimentare, garantiranno una miriade di benefici da non sottovalutare:

-Peperoni rossi: alleati esemplari contro l’insufficienza renale, poiché ricchissimi di sostanze nutritive come le fibre, le vitamine B6, A, C, licopene e l’acido folico. Inoltre così come i cavoli sono poveri di potassio e dunque non affaticano il lavoro renale. In poche parole, date vie alle danze con i peperoni, rossi come l’amore e i vostri reni troveranno la giusta enfasi amorosa per poter tirare avanti con tanta felicità e gratitudine.

-Lattuga: utilissima per i suoi effetti sazianti, utile nel caso in cui i reni siano stressati da un eccessivo apporto alimentare. Le tartarughe, i coniglietti e qualunque animale che si nutre di lattuga, non ha assolutamente problemi di questo tipo, dovremo prendere esempio da loro!

-Verza: ha un esemplare potere disintossicante, soprattutto per i suoi altissimi contenuti di antiossidanti e zolfo. Inoltre, essendo un vegetale e quindi essendo ricco di fibre, ha una rilevante azione anti-scorie, stimolando la diuresi e permettendo l’eliminazione delle tossine. Chi ama quel gusto leggermente amarognolo può ritenersi fortunato, altrimenti, cerchiamo di ridurre il retrogusto accompagnandola con mais o pomodori, per dare un tocco di dolcezza.

-Aglio:  considerato un ottimo farmaco naturale, viene usato nella realizzazione dei condimenti al fine di ridurre gli eccessi salini. L’aglio vanta tantissime leggende alle sue spalle, dovremo essere lieti di assaporare un elemento che ha un lungo cammino alle sue spalle.

-Mais: nutriente dai potenti effetti depurativi, possiede soprattutto vitamine del gruppo B, A, calcio, potassio, magnesio e fosforo. È ottimo nel facilitare la diuresi. La sua dolcezza e bontà non dovrebbero che invogliarci a inserirlo ogni giorno nella nostra insalata.

-Finocchi: sono ricchi di fitoestrogeni naturali, flavonoidi e fibre. Aumentano la diuresi facilitando l’eliminazione delle scorie. Ottimi come snack spezza fame e sfiziosi per la loro croccantezza.

-Radicchio: contiene guaianolidi, ovvero sostanze con proprietà anti.infiammatorie e purificanti.

-Orzo: è un cereale che possiede proprietà a basso indice glicemico, il che è importante per i suoi effetti drenanti e depurativi. Tutti i cereali in genere fanno bene alla nostra salute per i loro contenuti di fibre. Non trascuriamoli!

-Cavoli: sono degli ottimi alleati al fine di eliminare le tossine che invadono il nostro povero organismo, facilitando il lavoro dei reni e contrastando l’azione dei radicali liberi. Tutto ciò in rigor del fatto che possiedono moltissimi filonutrienti e sono ricchi di vitamina K, B6, C, e acido folico. Inoltre hanno un basso contenuto di potassio, il che li rende ancor più interessanti all’interno di una dieta che dev’essere orientata verso la protezione renale. Ci sarà un motivo se i bambini nati sotto i cavoli sono i più belli 😀

-Fagioli azuki: anch’essi ottimi nelle loro proprietà depurative, sono i salva reni per eccellenza. E allora via con un bel piatto di pasta e fagioli, buono e nutriente!

-Ciliegie:  utilissime dato che sono povere di ossolati e ricche di proprietà diuretiche e depurative. Sono indicatissine in casi di stipsi.

-Fragole: ricchissime di antiossidanti, vitamina C, manganese e fibre. Ottime nelle loro proprietà antiinfiammatorie, sono delle alleate perfette nella protezione renale. Se si è in presenza di calcoli renali, assumere questo nutriente, non può che essere d’aiuto.

Tutta la frutta possiede un alto contenuto di fibre e vitamine idrosolubili. Inoltre il sapore della frutta è qualcosa di sublime, io non posso proprio farne a meno, ne mangerei a volontà!

Link dei miei precedenti articoli sulle vitamine idrosolubili, clicca nell’immagine per aprirlo:

Schermata da 2014-11-30 09:35:21

-Acqua: almeno 1 litro e mezzo al giorno. Non dimentichiamoci che siamo fatti per almeno il 70% di acqua e non dovremo mai trascurarla. Senza acqua non si può vivere.

Ecco i link dei miei articoli sull’acqua, clicca nelle immagini per aprirli!

Schermata da 2014-11-30 09:34:47

Schermata da 2014-11-30 09:34:11

Come potete vedere, alla fine, nella maggior parte dei casi basta mangiare in modo sano e corretto per poter alleviare o prevenire eventuali patologie. Ovviamente ogni caso è a se, ma tentar non nuoce, considerando che si tratta di alimenti sani e gustosi.

Buona domenica a tutti,

vi invito a visitare il mio canale Youtube dove tratto di alimentazione, video scaccia pensieri, outfit e quant’altro. Se vi piace vi invito a iscrivervi. Cliccate sulla foto che vi indirizzerà al canale 🙂

Schermata da 2014-11-18 07:44:39


ISCRIVITI AL MIO CANALE❤❤❤:https://www.youtube.com/user/withlovegiulietta

♪♫•*¨*•.¸¸❤¸¸.•*¨*•♫♪♪♫•*¨*•.¸¸❤¸¸.•*¨*•♫♪♪♫•*¨*•.¸¸❤¸¸.•*¨*•♫♪

★★★I MIEI CONTATTI★★★:

☆CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/withlove…
☆GOOGLE+ : https://plus.google.com/u/0/+WithLove…
☆PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/pages/Amates…
☆INSTAGRAM: http://instagram.com/withlovegiulietta
☆TWITTER: https://twitter.com/GiuliaSpanoArt
☆BLOG WORDPRESS: http://www.amatestessa.com

;)°¨¨°º”°¨¨°(*)(_.·´¯`·«¤°°¤»·´¯`·._)(*)°¨¨°º”°¨¨°;)

PLAYLIST:

❀ AMATESTESSA: https://www.youtube.com/watch?v=TlXFu…
❀ TAG: https://www.youtube.com/watch?v=NdECw…
❀ OUTFIT: https://www.youtube.com/playlist?list…
❀ VIDEO CUCINA: https://www.youtube.com/playlist?list…
❀ CHIACCHERICCI VARI: https://www.youtube.com/watch?v=yFPNC…
❀ IN FORMA CON GIULIA: https://www.youtube.com/watch?v=LN_YgA57ZiM&list=PLvKKNe6veFLNh-zXAX7pwNvScjxrAXKkQ
❀ CHE COSA MANGIAMO VERAMENTE? https://www.youtube.com/watch?v=tdnYVPtdYNE&list=PLvKKNe6veFLNU3EFaeX8tXvzXd_0sV_Zm
❀ VLOGS: https://www.youtube.com/watch?v=35fZMYk8iRc&list=PLvKKNe6veFLP7LrXdzsIKtebPp3_SIkNP
❀ ASK GIULIETTA: https://www.youtube.com/watch?v=r5QSwy9s88Q&list=PLvKKNe6veFLO4gYtQAR65pCNYZAF1w0Rm
❀ MANGIARE SANO, LE VOSTRE DOMANDE: https://www.youtube.com/playlist?list=PLvKKNe6veFLPDyv_tIC96A4T0tND14L89

✿●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙✿✿●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙✿✿●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙✿✿●♥

WithLoveGiulietta ❤


Lascia un commento

Alimenti che fanno bene al cuore!

Buongiorno cari lettori,

oggi parlerò del cuore e degli alimenti, che più di ogni altro migliorano la circolazione e permettono di prevenire le malattie coronariche o nel caso in cui siano già presenti, di migliorare il tenore di vita.

Tempo fa feci un articolo proprio riguardante il cuore e le malattie che purtroppo si manifestano. Vi fornisco qui di seguente il link dell’articolo:

https://amatestessa.wordpress.com/2014/09/17/le-malattie-cardiache/

Come ben sappiamo il cuore è un organo affascinante e delicato, ma allo stesso tempo energico e vitale, poichè ci consente di pompare il nostro sangue in ogni distretto dell’organismo, garantendo la diffusione delle sostanze nutritiva, la comunicazione tra cellule, la difesa immunitaria e così via. Nonostante ciò basta poco per poter andare incontro a delle gravi conseguenze: la nostra alimentazione incide nella nostra vita al 99% e non possiamo permetterci di rovinarci l’esistenza seguendo dei regimi alimentari non meditati.

Le industrie ci forniscono alimenti che spesso contengono sostanze nocive e droganti come l’olio di palma, l’olio di cocco, lo zucchero semolato e tantissime sostanze chimiche che non fanno altro che creare dipendenza e ucciderci inconsapevolmente. Anche le carni grasse e i prodotti caseari, per via del loro alto contenuto di grassi saturi trans, aggravano la situazione.

Dovremo dedicare maggior attenzione alla cura della nostra persona, la quale parte proprio dall’interno. Vediamo dunque che nutrienti dobbiamo inserire nel nostro organismo al fine di poter trarre benefici fisici e psicologici.

Quali sono questi alimenti?

-Pesce: soprattutto il salmone fresco, che contiene omega 3 e antiossidanti, sardine fresche e il pesce azzurro in generale. Esso ha un effetto protettivo dall’incombere delle malattie cardiovascolari, poichè ha la capacità di mantenere bassi i livelli di grassi e colesterolo, i quali comportano nei peggiori dei casi, l’intasamento dei vasi sanguigni e dunque ictus o infarto miocardico.

-Cereali integrali: consigliatissimi nella dieta mediterranea, poichè apportano fibre le quali oltre a migliorare il transito intestinale, contengono antiossidanti, fitoestrogeni e fitosteroli, protettori delle coronarie.

Degli studi condotti hanno dichiarato che il consumo di fibre vegetali, comporta la riduzione del 40% di rischi coronarici.

-Legumi: contribuiscono all’abbassamento dei livelli del colesterolo sanguigno, per via di molte sostanze nutrienti come i flavonoidi  che contrastano la formazione di coaguli ne sangue e dunque ictus e infarto miocardico. Sono consigliati come sostituti alla proteine della carne, e contengono grassi insaturi. Inoltre donano un senso di sazietà.

-Olio di semi di lino: è considerato come una della fonti vegetali in primo piano per ciò che concerne la presenza di acido linoleico ed alfa linoleico, i quali sono usati nel nostro organismo al fine di dare vita all’omega3.

-Cioccolato extra-fondente: è un alimento contenente altissimi livelli di flavonoidi, contenuti nella pianta di cacao da cui il cioccolato deriva,che contribuiscono a migliorare la salute del cuore, e di conseguenza la circolazione sanguigna e il sistema immunitario, promuovendo la riduzione dell’infiammazione.

-Olio d’oliva: alleato della dieta mediterranea, composto da grassi insaturi i quali hanno come detto più volte, la proprietà di ridurre le placche a livello dei vasi sanguigni, abbassando il colesterolo cattivo LDL e alzando i livelli di quello buono detto HDL. Ottimo condimento giornaliero per la maggior parte degli alimenti che ingeriamo. Ovviamente va assunto nelle giusto dosi, se no si andrebbe incontro all’effetto contrario.

-Pomodori: come detto più volte nei miei articoli sulla dieta mediterranea, sono una eccellente fonte della vitamina A e C, inoltre contengono anche potassio, licopene e molte fibre. Se si cuoce il pomodoro, si aumenta l’assorbimento del licopene e l’attività degli antiossidanti non si riduce.

-Mele: ricche anch’esse di flavonoidi e quercitina, che sono essenziali nella prevenzione delle placche arteriosclerotiche, riducendo la formazione di LDL. Anche la pectina contenuta in questo frutto, abbassa i livelli di colesterolo sanguigno.

-Melograno: diversi studi hanno dimostrato che il suo succo diminuisce la formazione di placche arteriose e abbassa la pressione sanguigna. Questo avviene, poichè è ricco di polifenoli tra cui antociani e un gran numero di antiossidanti. ANche i mirtilli svolgono questa azione.

-Banana: per i suoi alti contenuti di potassio, contribuisce al mantenimento delle dosi di sodio a livelli tollerabili, eliminando se necessario gli eccessi, mantenendo buona la pressione sanguigna. Anche gli spinaci e le patate dolci svolgono la stessa funzione.

-Bacche di Goji: con il loro potere antiossidante, aiutano a proteggere dal colesterolo LDL e dall’attacco dei radicali liberi preservando il cuore dall’insorgere di patologie.

-Vino: Con moderazione altrimenti comporta solo effetti negativi. Esso contiene polifenoli che permettono alle cellule delle arterie di vasodilatarle.

 

 

LEGGI ANCHE L’ARTICOLO SULLE CARDIOPATIE ISCHEMICHE:

https://amatestessa.com/2015/07/27/cardiopatie-ischemiche/

 

 

Dott.ssa Giulia Spano


29 commenti

Lo zucchero semolato.

Buongiorno a tutti cari lettori,

oggi non sono di molte parole…

Ne uso poche ma buone per invitarvi a riflettere su un ”alimento” dannosissimo che la maggior parte di noi ingerisce ogni giorno, sia per dare un senso di dolcezza al caffè, al tè o altre bevande, sia perchè è insito in altri alimenti o bevande che si acquistano nei supermercati.

PROCESSO DI FORMAZIONE E LAVORAZIONE DELLO ZUCCHERO SEMOLATO:

– Riscaldato s temperature altissime;

– depurato con l’utilizzo del corrosivo latte di calce, al fine di eliminarne l’acidità;

– depurato con la velenosa CO2 per eliminare i residui di calce;

– depurato con l’acido solforico (molto velenoso) al fine di eliminare il colore scuro dello zucchero che non attira i compratori;

– filtraggio per mezzo del carbonio delle ossa animali al fine di sbiancare ulteriormente, poiché l’uomo è attratto dal bianco perfetto;

– trattato con il blu idantrene, il quale deriva dal cancerogeno catrame, al fine di eliminare gli ultimi residui antiestetici giallognoli del prodotto.

PRODOTTO FINALE:

Una sostanza non nutritiva, privata dei suoi naturali costituenti, che uccide l’uomo.

WithLOveGIulietta ❤


3 commenti

Lo Scirippo d’Agave.

Buongiorno a tutti,

sono tornata per parlarvi di questo nuovo argomento. Sono stata ispirata da una mia amica che purtroppo ne faceva uso, affidandosi alle colossali bugie delle multinazionali.

Ormai tutti noi sappiamo benissimo che lo zucchero semolato fa malissimo alla nostra salute, per via dei processi di lavorazione a cui è sottoposto. Per questo motivo sono nati tantissimi sostituti al fine di migliorare la nostra vita, ma pochi sono realmente validi, in quanto nonostante vengano venduti in supermercati biologici e sia garantita la loro affidabilità, non sempre è vero!

Io vi consiglio vivamente due sostituti imbattibili sino a oggi: lo zucchero di canna che essendo grezzo non è sottoposto a processi chimici e il miele, prodotto naturalissimo e ricco di tante proprietà nutritive, il top del top!

Dopo questa premessa, vi spiego il perché del mio accanimento contro lo sciroppo d’agave:

le sue origini sono antichissime, essendo utilizzati anche dagli Aztechi, dopo essere stato estratto dalla sua pianta, ovvero l’Agave Tequiliana Weber, di origine messicana. Il problema principale è che purtroppo dopo la sua estrazione, è sottoposto a una miriade di processi industriali che lo privano delle sue proprietà sottoponendolo ad altissime temperature: sali minerali, vitamine ecc, vengono completamente distrutti e inoltre viene introdotta un’eccessiva quantità di fruttosio, il che aggrava ancora di più la situazione.

Lo sciroppo d’agave diviene indubbiamente un concentrato di veleno, che contiene maggior quantità di fruttosio rispetto a ogni tipo di dolcificante sul mercato. Questo varia da marca a marca, in percentuali che vanno dal 70 al 97%, rispetto al fruttosio stesso che viene venduto sotto forma di dolcificante, il quale ha invece contenuti intorno al 55%. UNA VERA E PROPRIA PRESA IN GIRO PER CHI ANCORA SI AFFIDA ALLE COMPETENZE INDUSTRIALI.

Ingerire una grande quantità di fruttosio, provoca a lungo andare l’insorgere di malattie come il diabete. aumento colesterolo, difficoltà cardiocircolatorie e così via.

Concludo invitandovi vivamente ad abolire lo sciroppo d’agave dalla vostra lista di alimenti fidati. 

Buona giornata a tutti,

WithLoveGiulietta ❤


Lascia un commento

LE VITAMINE IDROSOLUBILI: LA VITAMINA C!

PER SAPERNE DI PIÙ CLICCA L’IMMAGINE:

Schermata da 2014-11-18 07:44:39

Le vitamine sono essenziali nel nostro organismo e devono essere integrate attraverso un corretto regime alimentare, al fine di poterne possedere sempre nelle giuste dosi e non andare mai incontro ai gravi problemi che ne comporta la loro carenza.

Le vitamine idrosolubili, prendono questo nome, poiché sono solubili nei composti acquosi, a differenza delle liposolubili.

Le possiamo trovare come costituenti di alimenti vegetali e anche nella frutta. Il fabbisogno di vitamine è molto basso e quello che viene assunto in eccesso viene eliminato dal nostro organismo, per mezzo dei reni.

A cosa servono?

La loro struttura viene modificata, trasformandole in coenzimi, i quali funzionano solo associati agli enzimi, dando vita al così detto oloenzima.

Le vitamine idrosolubili, appartengono al gruppo B (sono 8 in tutto) e la vitamina C. Svolgono una funzione vitale nel metabolismo energetico e nella proliferazione e differenziazione cellulare.

OGGI VI PARLERÒ DELLA BIOTINA, CONOSCIUTA ANCHE COME ACIDO ASCORBICO!

La vitamina C viene accumulata nel fegato.

Non possiede forme coenzimatiche ma si presenta in 2 forme:

  • acido ascorbico

  • acido deidroascorbico (agente riducente implicato nel metabolismo del ferro, ecc…).

L’assorbimento avviene per trasporto attivo e per diffusione passiva. Più c’è vitamina, minore sarà l’assorbimento.

In circolo ritroviamo per il 90-95% la presenza di acido ascorbico, mentre il restante è l’ acido deidroascorbico, il quale si assorbe più facilmente.

Ha una funzione di agente riducente, ovvero la capacità di cedere elettroni.

In particolare si diversifica per la sua capacità di ossidoriduzione. I processi più noti sono quelli che portano alla formazione del collagene; l’idrossilazione della dopamina per formare la noradrenalina; sintesi della carnitina; catabolismo della Tirosina; idrossilazione ormoni steroidei;

Cosa provoca la sua carenza?

la carenza determina la comparsa dello scorbuto, patologia che riguarda la sintesi del collagene. Ciò determina alterazioni a livello dei vasi sanguigni con comparsa di emorragie, rallentamento della cicatrizzazione delle ferite. Nei bambini si ha anche l’arresto della crescita.

Cosa provoca il suo eccesso?

Non sono noti studi che esista una tossicità per l’eccesso, tuttavia può esserci la comparsa di distrurbi gastointestinali, dovuti all’acidità del composto. Elavate concentrazioni nella dieta possono portare a calcoli renali (per l’aumentata eliminazione attraverso le urine).

La troviamo in fonti alimentari come agrumi, peperoni, kiwi. ATTENZIONE: la cottura può determinare perdita della vitamina.

WithLoveGiulietta ❤


Lascia un commento

LE VITAMINE IDROSOLUBILI: LA COBALAMINA.

PER SAPERNE DI PIÙ CLICCA LA FOTO:

Schermata da 2014-11-18 07:44:39

Le vitamine sono essenziali nel nostro organismo e devono essere integrate attraverso un corretto regime alimentare, al fine di poterne possedere sempre nelle giuste dosi e non andare mai incontro ai gravi problemi che ne comporta la loro carenza.

Le vitamine idrosolubili, prendono questo nome, poiché sono solubili nei composti acquosi, a differenza delle liposolubili.

Le possiamo trovare come costituenti di alimenti vegetali e anche nella frutta. Il fabbisogno di vitamine è molto basso e quello che viene assunto in eccesso viene eliminato dal nostro organismo, per mezzo dei reni.

A cosa servono?

La loro struttura viene modificata, trasformandole in coenzimi, i quali funzionano solo associati agli enzimi, dando vita al così detto oloenzima.

Le vitamine idrosolubili, appartengono al gruppo B (sono 8 in tutto) e la vitamina C. Svolgono una funzione vitale nel metabolismo energetico e nella proliferazione e differenziazione cellulare.

OGGI VI PARLERÒ DELLA BIOTINA, CONOSCIUTA ANCHE COME VITAMINA B12!

La cobalamina

per mezzo dei suoi coenzimi (5-deossiadenosilcobalamina e metilcobalamina) partecipa a 3 tipi di rezioni:

  • riarrangiamento intermolecolare

  • riduzione del ribosio a deossiribosio

  • trasporto di gruppi metilici

Si tratta di una vitamina sensibile alla luce, costituita da una molecola di cobalto.

L’assorbimento di questo nutriente, si caratterizza per la sua lentezza, che si aggira intorno a una durata che va da 8 a 12 ore.

Come prima fase viene depositata nel fegato. Essendo difficile il suo assorbimento da parte della membrana cellulare, per via della sua solubilità nel solvente acquoso, si lega a un fattore intrinseco, il quale viene decifrato dai globuli rossi e per endocitosi viene trasportata all’interno della membrana.

Qual è la sua funzione?

reazione di transmetizzazione e isomerizzazione.

Cosa provoca la sua carenza?

anemia perniciosa. Può colpire nei casi più gravi anche il sistema nervoso con demielinizzazione delle fibre nervose del midollo spinale.

La possiamo ritrovare in fonti alimentari come il fegato, il rene, le uova e il formaggio.

WithLoveGiulietta ❤


5 commenti

LE VITAMINE IDROSOLUBILI: LA BIOTINA!

Le vitamine sono essenziali nel nostro organismo e devono essere integrate attraverso un corretto regime alimentare, al fine di poterne possedere sempre nelle giuste dosi e non andare mai incontro ai gravi problemi che ne comporta la loro carenza.

Le vitamine idrosolubili, prendono questo nome, poiché sono solubili nei composti acquosi, a differenza delle liposolubili.

Le possiamo trovare come costituenti di alimenti vegetali e anche nella frutta. Il fabbisogno di vitamine è molto basso e quello che viene assunto in eccesso viene eliminato dal nostro organismo, per mezzo dei reni.

A cosa servono?

La loro struttura viene modificata, trasformandole in coenzimi, i quali funzionano solo associati agli enzimi, dando vita al così detto oloenzima.

Le vitamine idrosolubili, appartengono al gruppo B (sono 8 in tutto) e la vitamina C. Svolgono una funzione vitale nel metabolismo energetico e nella proliferazione e differenziazione cellulare.

OGGI VI PARLERÒ DELLA BIOTINA, CONOSCIUTA ANCHE COME VITAMINA H o B8.

La biotina

ha la capacità di legarsi alla lisina generando il coenzima necessario per la carbossilazione dei chetoacidi.

È una vitamina che risulta stabile al calore ma sensibile alla luce UV e all’O2.

Dove viene assorbita?

 Viene assorbita nel duodeno e nel digiuno per trasporto attivo e diffusione passiva. Si attiva in BOTINIL-AMP.

Qual è la sua funzione?

Essendo un coenzima, si occupa della decarbossilasi metabolica, partecipando alle reazioni di ossidazione come la decarbossilazione ossidativa del piruvato. Nel ciclo di krebs trasporta gli elettroni.

Cosa comporta la sua carenza?

Sintomi come decquamazioni, anoressia, dermatiti e depressione. Ma nessuna malattia associata.

La possiamo ritrovare in tutta la frutta e i vegetali.

WithLoveGiulietta ❤